TAC di reni con e senza contrasto: indicazioni, controindicazioni

La TC dei reni è un metodo diagnostico altamente informativo, indolore, non invasivo e sicuro basato sull'uso dei raggi X e che consente di ottenere immagini strato per strato di sezioni dei reni e dei loro tessuti circostanti. L'esame viene eseguito su un'installazione speciale: un tomografo computerizzato. La procedura può essere eseguita senza e con l'uso di un agente di contrasto. In questo articolo imparerai le possibilità, le indicazioni, le controindicazioni, i metodi di preparazione e di conduzione della TAC dei reni con o senza contrasto. Questi dati aiuteranno a formarsi un'idea su questa procedura diagnostica, e puoi porre le tue domande al medico.

Tipi di CT renale

Questo studio aiuta il medico a determinare la posizione, le dimensioni e la forma dei reni, la struttura del tessuto renale, lo stato degli organi vicini.

Per la tomografia computerizzata dei reni possono essere applicati tre metodi:

  • standard - senza somministrazione aggiuntiva di un agente di contrasto;
  • con contrasto - prima della procedura, un agente di contrasto viene somministrato al paziente (per via endovenosa o orale);
  • TC multispirale (MSCT): lo studio viene eseguito su dispositivi multispirali e consente di creare immagini 3D di organi (mentre il paziente riceve un carico di radiazioni inferiore).

testimonianza

Effettuare una scansione TC dei reni è una procedura costosa e non viene utilizzata come metodo di screening per l'esame. Tipicamente, tale tecnica diagnostica è raccomandata quando è necessario chiarire i dati ottenuti da altri studi (ecografia, urografia, ecc.) O per valutare la qualità del trattamento farmacologico, chirurgico o riabilitativo.

Le seguenti malattie e casi clinici possono diventare indicazioni per la prescrizione di CT renale.

  • malattie renali acute e croniche (pielonefrite, glomerulonefrite, ecc.);
  • idronefrosi;
  • urolitiasi - determinazione di localizzazione di pietre, specificazione di dimensioni;
  • malformazioni congenite dell'organo;
  • lesioni aperte e chiuse dei reni, dello spazio retroperitoneale e delle ghiandole surrenali;
  • presenza di ascessi e cisti;
  • Nephroptosis;
  • anomalie vascolari;
  • infarto renale;
  • trombosi renale;
  • neoplasie renali e loro prevalenza nei linfonodi retroperitoneali;
  • amiloidosi;
  • patologie surrenali (emorragia, sottosviluppo, tumori);
  • preparazione per la chirurgia;
  • controllo visivo durante l'esecuzione di una biopsia del rene;
  • monitorare l'efficacia della chirurgia o del trapianto di rene;
  • monitoraggio della crescita tumorale, dell'efficacia della chemioterapia, ecc.

Quando il CT del rene è indicato con contrasto

La TC dei reni con contrasto è prescritta nei seguenti casi:

  • sospetta trombosi, anomalie o danni ai vasi renali;
  • se necessario, visualizzazione di pietre;
  • per rilevare tumori o metastasi.

Come agente di contrasto si possono usare farmaci a base di gadolinio o iodio.

Controindicazioni

Le controindicazioni alla scansione TC eseguita dei reni possono essere relative o assolute.

Controindicazioni relative:

  • condizione seria del paziente;
  • alcuni disturbi mentali e malattie;
  • la presenza di una pompa per insulina, un pacemaker, un defibrillatore o altri dispositivi elettronici nel corpo che potrebbero essere interessati dalla scansione;
  • procedure diagnostiche recenti con sospensione o contrasti di bario;
  • dolore severo cronico, che impedisce al paziente di osservare l'immobilità;
  • forma di diabete scompensata;
  • età da bambini fino a 14 anni;
  • periodo di allattamento al seno (l'alimentazione del bambino dovrebbe fermarsi per 2 giorni dopo la procedura con l'introduzione del contrasto);
  • mieloma (per una procedura con contrasto);
  • malattia della tiroide (per la procedura con contrasto).

In presenza di controindicazioni relative, la domanda sulla possibilità di una scansione TC dei reni viene decisa dal medico individualmente per ogni caso clinico.

Controindicazioni assolute:

  • la gravidanza;
  • peso corporeo più accettabile per l'apparato di CT;
  • reazione allergica ad un agente di contrasto;
  • insufficienza renale (per una procedura con contrasto).

Come prepararsi per la procedura

Prima di condurre una scansione TC, il medico esaminerà il paziente, gli darà consigli sul regime di farmaci, alimenti e bevande prima della procedura, e dirà anche come passerà.

Quando prescrive una scansione TC dei reni, il medico dovrà necessariamente informare il paziente dei principi dello studio e fornire consigli su come prepararsi per la procedura.Se si prevede di eseguire la tomografia con il contrasto, lo specialista deve informare il paziente che dopo l'introduzione del farmaco, può avvertire un lieve mal di testa, sapore metallico o salato in bocca. L'apparizione di tali sensazioni è la norma e non dovrebbe causare allarme.

Per ottenere la TC più informativa dei reni, tale preparazione è necessaria:

  1. Prendete le urine e gli esami del sangue per le controindicazioni.
  2. È necessario informare il medico sulla possibile gravidanza, sulla presenza di una reazione allergica a prodotti e prodotti contenenti iodio o sulla presenza di altre controindicazioni alla procedura, se non sono indicati nella scheda ambulatoriale. Dillo a uno specialista di studi precedenti (ecografia, risonanza magnetica, radiografia con l'introduzione di bario e altri contrasti).
  3. Testare l'assenza di una reazione allergica all'agente di contrasto usato.
  4. 2-3 giorni prima dello studio, interrompere l'uso di alimenti che causano un aumento della formazione di gas, bevande contenenti caffeina e bevande alcoliche. In questi giorni, il medico può prescrivere l'uso di assorbenti (Smekta, carbone bianco, sorbetto, ecc.).
  5. 4-5 ore prima del test, non mangiare o bere.
  6. Se il giorno dello studio il paziente avverte mal di testa, nausea, malessere generale o febbre, deve riferire questi sintomi al medico. In questi casi, lo studio viene trasferito in un altro giorno.
  7. Prima della procedura, è necessario rimuovere te stesso da tutti i gioielli in metallo e oggetti.
  8. Se il paziente prova ansia, prima dell'esame può essere raccomandato di assumere un farmaco sedativo.

Cosa può sentire il paziente durante la TC

Condurre un tale studio è assolutamente indolore e con una preparazione adeguata non dovrebbe causare preoccupazione. A volte i pazienti sono un po 'nervosi prima della procedura, sentono un leggero disagio dal tavolo duro o dal regime di temperatura in ufficio. Durante la scansione, il paziente può sentire dei rumori da uno scanner funzionante del tomografo, ma sono facilmente eliminabili con l'ausilio di cuffie speciali o di un auricolare.

Quando si utilizza il contrasto, il paziente può presentare sapore di metallo o sale, lieve capogiro o mal di testa. Solitamente tali sintomi sono normali e non dovrebbero destare preoccupazione.Se iniziano a causare un significativo disagio o altre sensazioni di disturbo (prurito, nausea, difficoltà di respirazione, ecc.), Il paziente deve informare immediatamente il medico su di loro attraverso il microfono integrato dell'unità di installazione.


Cosa può influenzare la precisione delle immagini CT?

I seguenti fattori possono influire negativamente sull'affidabilità della scansione:

  • prima dello studio, il paziente non dovrebbe avere residui di agenti di contrasto utilizzati per altri metodi diagnostici;
  • prima della procedura, rimuovere tutti gli oggetti estranei dal corpo;
  • durante la scansione non può muoversi.

Come viene eseguita la procedura

Il giorno dello studio, il paziente arriva al centro diagnostico. Il medico diagnostico per la radioterapia lo introduce ancora una volta alle regole della procedura e si offre di trasformarsi in un ampio abito monouso. Lo studio viene eseguito in una sala appositamente attrezzata con un tomografo computerizzato.

  1. Il paziente giace su un'installazione tomografica da tavolo mobile sulla sua schiena. Le sue membra sono fissate con serrature speciali. Il medico gli ricorda che durante lo studio sarà necessario osservare la completa immobilità e soddisfare alcune delle richieste del medico: fare un respiro profondo, trattenere il respiro.
  2. Successivamente, al paziente viene offerto di utilizzare cuffie o tappi per le orecchie per ridurre il rumore generato dall'installazione e il corpo del paziente viene inserito in uno scanner speciale. Lo specialista va in un'altra stanza, ma può monitorare il paziente attraverso una videocamera e comunicare con lui attraverso un microfono. All'interno della capsula del dispositivo c'è un pulsante speciale con il quale il paziente può chiamare un medico.
  3. Dopo essere stato inserito nel cilindro del tomografo attorno al corpo del paziente, l'anello mobile inizia a ruotare, scansionando l'area necessaria del corpo. Durante lo studio, il medico può chiedere al paziente di trattenere il respiro per alcuni secondi. Se la tomografia viene eseguita con il contrasto, viene prima eseguita una serie di immagini prima della somministrazione di questo farmaco. Quindi, utilizzando un iniettore automatico, viene iniettata una soluzione di contrasto nella vena del paziente e viene eseguita un'altra serie di colpi.
  4. Una volta completata la scansione, la tavola scorrevole esce dall'impostazione della capsula e il medico aiuta il paziente a stare in piedi.
  5. Successivamente, lo specialista inizia l'elaborazione delle immagini con un programma per computer e conclude una conclusione.

La durata della scansione TC dei reni senza l'uso di un mezzo di contrasto è di circa 20 minuti.Quando si utilizza il contrasto, potrebbero essere necessari 30-40 minuti o più per completare lo studio. Ci vorrà meno tempo per eseguire l'MSCT del rene e la procedura per eseguire la procedura è simile a quella della TC convenzionale.

I risultati della tomografia computerizzata possono essere rilasciati al paziente nelle sue braccia dopo 1-1,5 ore dopo la procedura o inviati al medico curante. A volte può essere necessario un periodo di tempo più lungo per elaborare le immagini e trarre conclusioni. In questi casi, i risultati possono essere emessi il giorno successivo o inviati via e-mail.

Dopo il completamento dello studio, il paziente può tornare a casa e seguire una dieta normale. A volte dopo l'introduzione del contrasto per qualche tempo potresti provare nausea. Se il paziente assume un sedativo prima di eseguire la scansione, è meglio che qualcuno dei suoi parenti o amici lo accompagni a casa.

Possibili conseguenze e rischi

Dopo il completamento dello studio, il medico analizzerà attentamente le immagini e scriverà le sue conclusioni riguardo le condizioni dei reni in un particolare paziente.

Con una corretta preparazione del paziente per la procedura di esame eidentificando tutte le possibili controindicazioni alla sua attuazione, il rischio di conseguenze negative è minimo e lo stato di salute del paziente durante e dopo la diagnosi non cambia affatto.

Gli effetti più comuni sulla TC del rene sono:

  • l'aspetto del gonfiore delle labbra e dell'eruzione cutanea si verifica raramente ed è facilmente eliminato con l'aiuto di antistaminici disponibili nella sala CT;
  • reazioni allergiche al contrasto più gravi si verificano molto raramente e vengono eliminate dall'introduzione di antistaminici.

Molto raramente, c'è difficoltà nella respirazione e nell'ipotensione arteriosa, e anche in seguito - insufficienza renale.

Metodi alternativi

Se non è possibile eseguire una TC dei reni, i seguenti studi alternativi possono essere offerti al paziente:

  • Risonanza magnetica dei reni;
  • PET-CT dei reni.

In alcuni casi, in assenza di controindicazioni alla tomografia computerizzata, al paziente possono essere prescritte combinazioni dei metodi sopra indicati per ottenere immagini combinate speciali.

La TC dei reni è una procedura altamente informativa, indolore e sicura che può essere utilizzata sia per la diagnostica che per monitorare l'efficacia del trattamento. Se necessario, può essere rieseguito tutto l'anno.Con una preparazione adeguata per lo studio, il rischio di effetti collaterali o reazioni allergiche è minimo.

Quale dottore contattare

Un urologo, un nefrologo o un oncologo possono prescrivere una TC per i reni. Le indicazioni per una tale scansione possono essere varie malattie: idronefrosi, malattia renale cronica o acuta, trauma, urolitiasi, neoplasie renali, sospetto di ascessi, cisti, germinazione delle metastasi, patologia surrenale, ecc.

Guarda il video: Il mezzo di contrasto negli esami Tac. Rischi e Benefici

Lascia Il Tuo Commento