Esherikhiosi nei bambini

Il termine "escherichiosi" unisce un gruppo di malattie infettive acute caratterizzate da una varietà di forme cliniche che si verificano con danni al tratto digestivo, sintomi di intossicazione e sviluppo di eksikoz (disidratazione).

Meccanismi di sviluppo

La fonte più comune di infezione è un paziente con sintomi sfocati della malattia o convalescente (convalescente). Inoltre, l'escrezione batterica in alcune persone che sono state ammalate può ritardare fino a tre settimane. Inoltre, l'infezione può verificarsi da un portatore di ceppi patogeni di Escherichia coli, che a sua volta non è malato, ma può infettare altri.

Il principale meccanismo di trasmissione della colibacillosi:

  • Fecal-orale, che può essere realizzato per via alimentare (attraverso il cibo) o dall'acqua.
  • La trasmissione delle infezioni da contatto familiare attraverso giocattoli o oggetti di cura contaminati è comune anche nei gruppi di bambini.

Escherichiosi enteroemorragica

Il quadro clinico di questo tipo di escherichiosi è anche polimorfico. La sua gravità può variare da lieve diarrea a grave colite emorragica. Il decorso di quest'ultima può essere complicato da insufficienza renale acuta, sindrome emolitico-uremica o trombocitopenia.

Di solito il periodo di incubazione va da 1 a 4 giorni:

  • Sullo sfondo di una temperatura normale, un bambino sviluppa nausea, vomito, dolore addominale di un carattere crampo (principalmente nella regione iliaca destra) e feci molli fino a 15 volte al giorno.
  • Per 2-3 giorni di malattia, l'intossicazione aumenta e compare sangue nelle feci.
  • Nelle forme non complicate di colibacillosi, i sintomi patologici possono persistere per 7-8 giorni.

diagnostica

Una diagnosi accurata della malattia è possibile solo con l'aiuto di ulteriori metodi di ricerca. I metodi diagnostici sono usati per questo:

  1. Batteriologico (semina su terreni nutritivi).
  2. Sierologico (esame del sangue per la presenza di anticorpi specifici rilevati nel sangue da 5-7 giorni di malattia).
  3. Coprologico (consente di chiarire la natura e la localizzazione del processo patologico nel tratto gastrointestinale).

Nella fase della diagnosi, la diagnosi differenziale con altre malattie infettive è necessariamente effettuata:

  • gastroenterite da rotavirus;
  • salmonellosi;
  • il colera;
  • tossinfezione alimentare;
  • dissenteria;
  • yersiniosi.

trattamento

Al fine di prevenire la disidratazione, un bambino che soffre di colibacillosi deve bere molti liquidi.

Prima di tutto, tutti i pazienti con colibacillosi sono prescritti una dieta basata sull'età del bambino, così come la gravità e il periodo della malattia. Di solito i bambini più grandi sono consigliati al tavolo numero 4 di Pevzner. La durata di tale dieta è determinata dalla gravità dei disturbi dispeptici. La transizione al cibo di solito dopo il recupero dovrebbe essere effettuata gradualmente.

Per accelerare il recupero, sopprimere il processo di infezione e alleviare le condizioni del bambino, vengono prese le seguenti misure terapeutiche:

  • terapia antibatterica (deve essere prescritta per forme gravi della malattia, escherichiosi enteroinvasiva, così come per lo sviluppo della malattia nei bambini dei primi due anni di vita, in altri casi, gli antibiotici sono utilizzati secondo le indicazioni);
  • terapia specifica con anti-lattoglobulina o batteriofago;
  • reidratazione orale o parenterale (la scelta delle soluzioni e delle vie di somministrazione dipende dal grado di disidratazione);
  • terapia di disintossicazione (l'appuntamento dei sorbenti);
  • normalizzazione della microflora intestinale (pro-e prebiotici).

Se necessario, l'elenco dei farmaci può essere ampliato.


conclusione

Il trattamento della colibacillosi dovrebbe iniziare in modo tempestivo, soprattutto per quanto riguarda i casi di malattia nei bambini di età più giovane. Il ritardo nel suo appuntamento è pericoloso sviluppo di disidratazione e varie complicazioni. La diagnosi precoce e il trattamento di tali pazienti non solo contribuisce al loro rapido recupero, ma previene anche la diffusione dell'infezione.

Quale dottore contattare

Quando un bambino ha dolori addominali, vomito ripetuto e feci molli particolarmente frequenti, è necessario contattare immediatamente uno specialista di malattie infettive, chiamando un'ambulanza. Il trattamento nei casi gravi di disidratazione e intossicazione richiede il ricovero in ospedale. La perdita di liquidi e sale nei bambini piccoli è pericolosa per la loro vita.

Sulle infezioni intestinali, inclusa l'escherichiosi, dice il pediatra E. O. Komarovsky:

Lascia Il Tuo Commento