La particolarità del cervello di Albert Einstein

Studiando il cervello di Albert Einstein, gli scienziati americani hanno trovato alcune caratteristiche che possono spiegare le straordinarie capacità di quest'uomo.

L'antropologo Dean Fok dell'Università della Florida e i suoi colleghi hanno fatto per la prima volta una descrizione della corteccia cerebrale di Albert Einstein in 14 foto. Gli scienziati hanno confrontato il cervello di Einstein con il cervello di 85 persone comuni e hanno trovato caratteristiche interessanti.

"Sebbene le dimensioni e la forma del cervello di Einstein non differissero dal cervello di una persona comune, le aree principali della corteccia erano significativamente diverse", afferma il professor Fock. "Crediamo che ci permettano di spiegare le capacità visive spaziali e matematiche di questa persona".

Dopo la morte di Einstein nel 1955, con il permesso dei parenti, il cervello fu rimosso dalla cavità cranica e fotografato da diverse angolazioni. Quindi è stato tagliato in 240 pezzi, di cui sono stati preparati preparati istologici. Sfortunatamente, la maggior parte delle foto e dei preparativi per 55 anni sono stati nascosti al pubblico. Le fotografie utilizzate dagli autori dello studio sono attualmente conservate nel National Museum of Health and Medicine (USA).

Guarda il video: Einstein aveva ragione

Lascia Il Tuo Commento