Malattia da siero

La malattia da siero è una reazione allergica del sistema immunitario. Ciò che provoca lo sviluppo della malattia da siero, come prevenirlo e come trattarlo.

Gli irritanti del siero possono essere farmaci, proteine ​​somministrate per il trattamento di malattie del sistema immunitario o antisieri, una parte liquida del sangue che contiene anticorpi.

motivi

Il plasma è una porzione liquida di sangue. Non contiene elementi cellulari, ma contiene molte proteine, inclusi gli anticorpi, che si formano durante la risposta immunitaria per proteggere l'organismo dalle infezioni.

Gli antisieri sono prodotti da plasma umano o animale immune ad una particolare infezione o sostanza tossica. Gli antisieri sono usati per proteggere il corpo umano da microrganismi potenzialmente pericolosi contro i quali non ha immunità. Ad esempio, l'antisiero viene somministrato per il tetano o la rabbia. Questa è chiamata immunizzazione passiva. Fornisce una protezione immediata, ma a breve termine, finché il corpo non si prepara per una risposta immunitaria attiva agli effetti delle tossine o dei microrganismi.

Nella malattia da siero, il sistema immunitario identifica erroneamente le proteine ​​nell'antisiero come sostanze potenzialmente nocive (antigeni). Il risultato è un malfunzionamento del sistema immunitario, che inizia ad attaccare le proteine ​​dell'antisiero. Elementi del sistema immunitario e antisieri formano immunocomplessi che causano infiammazione e altri sintomi.

Alcuni farmaci, come la penicillina, il cefaclor e il sulfa, possono causare una reazione simile. A differenza di altre allergie ai farmaci che si verificano immediatamente dopo l'assunzione del secondo farmaco, la malattia sierica si sviluppa entro 7-21 giorni dopo la somministrazione del farmaco o del siero.

La malattia da siero può verificarsi anche con la somministrazione di una globulina antitimocita (usata per prevenire il rigetto di un organo trapiantato) e il rituximab (usato per trattare i disordini immunitari e il cancro).

sintomi

• Aumento della temperatura corporea
• Debolezza, malessere
• Orticaria
• Prurito
• dolore alle articolazioni
• Rash
• Linfonodi ingrossati

I sintomi della malattia da siero di solito si sviluppano 7-21 giorni dopo la somministrazione della prima dose di antisiero o farmaco.Tuttavia, possono comparire dopo 1-3 giorni se la persona ha già ricevuto un trattamento con questo farmaco.

Esami medici e test

Un esame può mostrare un aumento dei linfonodi. L'urina può contenere sangue o proteine. Un esame del sangue mostra la presenza di complessi immunitari e segni di infiammazione dei vasi sanguigni.

trattamento

Le creme e gli unguenti di corticosteroidi aiutano a ridurre il disagio del prurito e dell'eruzione cutanea.

Gli antistaminici riducono la durata della malattia e si occupano anche di eruzioni cutanee e prurito.

I farmaci antinfiammatori non steroidei, come l'ibuprofene o il naprossene, riducono il dolore articolare. Nei casi gravi vengono prescritti corticosteroidi orali (ad esempio prednisone).

È necessario smettere di prendere i farmaci che hanno causato la malattia da siero e in futuro evitare l'uso di tali farmaci e antisieri.

prospettiva

Di regola, i sintomi della malattia scompaiono dopo pochi giorni.

Possibili complicazioni

Nel caso di medicinali ripetuti che causano malattia da siero, il rischio di una reazione simile è piuttosto alto.

Le complicazioni includono:

• Shock anafilattico - reazione allergica pericolosa per la vita di tipo immediato.
• Infiammazione dei vasi sanguigni
• Gonfiore del viso, delle mani e dei piedi.

Quando vedere un dottore

Dovresti consultare il medico se manifesta sintomi di malattia da siero, se hai assunto farmaci o antisieri iniettati nelle ultime 4 settimane.

prevenzione

La medicina non è ancora nota come prevenire la malattia da siero. Le persone che hanno sofferto di malattia da siero, shock anafilattico o allergia ai farmaci devono evitare di assumere questi farmaci e somministrare tali antisieri.

Guarda il video: Siero di yogurt

Lascia Il Tuo Commento