Prevenire le infezioni intestinali

L'argomento numero uno per tutti a giugno è un'epidemia di malattie intestinali in Europa. I colpevoli - se i cetrioli dalla Spagna, o, secondo le ultime informazionifagioli di Amburgo. Cosa fare se gli ortaggi freschi sono sospetti, eppure vuoi fornirti le vitamine per l'inverno e devi farlo?

Alexander Biryuzov / Informazioni sulla salute

Il recente focolaio di infezione intestinale in Germania è notevole per il fatto che ha generato un'intera ondata di panico e di voci in una società che è già saturo di mitologia non scientifica. Non c'è motivo di considerare l'infezione identificata come nuova, poco studiata o particolarmente pericolosa. Il fatto è che la causa di tutti gli episodi della malattia era il ben noto E. coli. Questo microrganismo esiste silenziosamente nell'intestino degli umani e negli animali a sangue caldo. La fonte di E. coli è sempre feci. E. coli, o come piace chiamare dai giornalisti latini, Escherichia coli, che ha ucciso 17 persone in Europa, questa volta è particolarmente patogeno. L'infezione è accompagnata da grave intossicazione, diarrea sanguinolenta e febbre. Ma la comparsa di un tale ceppo batterico non è una sensazione, perché le mutazioni tra i microrganismi si verificano costantemente, e nuovi ceppi si verificano abbastanza spesso.E la diffusione delle infezioni intestinali è stata studiata a fondo più di 100 anni fa e da allora nulla è cambiato in modo significativo.

Non è un caso che le infezioni intestinali siano chiamate "malattie delle mani sporche". Le infezioni si verificano quando l'inosservanza di regole di igiene personale semplici e immutabili:

  1. Tutto ciò che è a contatto con il cibo dovrebbe essere pulito. Dopo ogni visita in bagno, contatto con il terreno o detriti, e dopo ogni possibile contaminazione delle mani devono essere lavati con acqua e sapone in acqua corrente. È obbligatorio lavarsi le mani prima di ogni pasto. Anche le posate, i piatti, i taglieri devono essere lavati a fondo e anche per mantenere puliti gli asciugamani. Devono essere prese misure separate contro insetti e roditori come potenziali fonti di infezione nel luogo di cottura e di alimentazione.

  2. Il lavaggio accurato dei prodotti non sostituisce il trattamento termico. I prodotti animali devono essere sottoposti a trattamento termico con una temperatura non inferiore a 70 ° C. Lo standard di riscaldamento è bollente. L'attenta frittura e cottura dei prodotti è l'unico modo per distruggere la possibile microflora nel cibo.Il trattamento termico uccide gli agenti patogeni infettivi, ma non distrugge le tossine che producono. Pertanto, il cibo con segni di deterioramento non viene consumato anche dopo la cottura.
  3. I prodotti sottoposti a trattamento termico non devono entrare in contatto con materie prime. Non dovresti inoltre mischiare i taglieri per questi gruppi di alimenti, ma anche per piatti ed elettrodomestici. Conservare separatamente, o almeno separatamente dagli altri, tutti i prodotti a base di carne e pesce.
  4. La temperatura della camera del frigorifero non è superiore a 5 gradi, garantisce il rallentamento della riproduzione dei microrganismi, ma non lo blocca completamente. Pertanto, anche in frigorifero, il contenuto deve essere controllato regolarmente per sicurezza e durata. Non consumare cibi scaduti. Questa è una regola semplice ma obbligatoria. Per quanto riguarda il cibo già preparato, non viene conservato a temperatura ambiente per più di 2 ore: deve essere raffreddato o consumato.
  5. ACQUA PER BERE E COTTURA IL CIBO È SOGGETTO A BOLLITURA OBBLIGATORIA! La fonte d'acqua è protetta da detriti e impurità. Con l'approvvigionamento idrico centralizzato, l'ebollizione non viene annullata.In assenza di un sistema di fognatura unico, le discariche e le raccolte di acque reflue sono organizzate al di fuori degli alloggi.
  6. Non fare il bagno negli stagni che possono essere escreti da animali e umani.

Guarda il video: Infezioni intestinali: sintomi e cure

Lascia Il Tuo Commento