Scoperta nella scienza: ritrovata la proteina che ripara i nervi

Gli scienziati americani hanno trovato una proteina che consente di ripristinare i nervi periferici dopo il danno.

Quali sono i nervi periferici

I nervi periferici collegano il sistema nervoso centrale con vari organi e tessuti: forniscono sensibilità e inviano segnali che mettono in movimento i muscoli delle braccia e delle gambe.

È noto che, a differenza del sistema nervoso centrale, il sistema nervoso periferico può essere ripristinato dopo l'infortunio. Tuttavia, i meccanismi del suo recupero non sono completamente noti.

Come il nervo riconosce il danno

I nervi periferici sono processi di neuroni situati nel midollo spinale. Questi processi sono chiamati assoni e collegano i neuroni del midollo spinale con i muscoli delle braccia e delle gambe. La parte dell'assone che, se danneggiata, perde il contatto con il midollo spinale, inizia a rompersi.

Studi precedenti suggeriscono che la distruzione degli assoni regola la proteina DLK. Nei vermi e nelle mosche, questa proteina è anche responsabile della formazione di un cono di crescita, che assicura la crescita di un assone in lunghezza.

La formazione di un cono di crescita è un passo importante nella risposta locale precoce al danno dei nervi.Tuttavia, la risposta tardiva, durante la quale si verifica la crescita del nervo in lunghezza, richiede l'attivazione dei geni responsabili del recupero. La risposta tardiva viene osservata poche ore o addirittura giorni dopo l'infortunio.

Come inizia il programma di recupero

Nei topi, la proteina DLK non partecipa alla risposta iniziale: i coni di crescita si formano anche in assenza di proteine. Tuttavia, la sua assenza indica che un neurone che si trova nel midollo spinale non ha ricevuto un segnale di danno. Se il neurone non riceve un segnale, non sarà in grado di avviare il programma di recupero e la crescita del nervo si fermerà nella fase di formazione di un cono.

Inoltre, diversi anni fa, gli scienziati hanno stabilito che dopo un secondo infortunio, gli assoni si riprendevano più rapidamente rispetto al primo. Risulta che il danno stesso stimola la riparazione degli assoni. Successivamente è stato trovato che la causa della crescita accelerata del nervo nel secondo caso è anche la proteina DLK.

Perché il sistema nervoso periferico viene ripristinato e quello centrale no

È noto che alcuni importanti fattori che regolano la proteina DLK non sono attivati ​​nel sistema nervoso centrale.Se non ci sono tali segnali nel sistema nervoso centrale, allora forse i nervi semplicemente non riconoscono il danno.

È stato suggerito che l'attivazione della proteina DLK nel sistema nervoso centrale consentirà l'avvio del processo di recupero. Tuttavia, al fine di dimostrare questa ipotesi, è necessaria una ricerca aggiuntiva.

Guarda il video: 7 Scoperte Misteriose Che La scienza non sa ancora spiegare

Lascia Il Tuo Commento