Ultrasuoni dei tessuti molli: indicazioni, controindicazioni, come effettuati

La scansione a ultrasuoni dei tessuti molli è uno dei metodi di esame più accessibili, sicuri, non invasivi e informativi e aiuta il medico a fare la diagnosi corretta in molti casi clinici. Utilizzando questo metodo di ricerca, il medico può studiare lo stato dei tessuti dell'addome, del viso, del collo, del torace, degli arti e ottenere i dettagli del processo patologico. Di solito un metodo diagnostico simile in pratica viene utilizzato da chirurghi o traumatologi.

In questo articolo riceverete informazioni su quali patologie possono essere prescritte ecografia dei tessuti molli, quali sono le indicazioni per la sua condotta, se tale procedura ha controindicazioni, come prepararsi per un'ecografia, come viene condotto tale esame e i risultati sono decifrati.

Per cosa sono eseguiti gli ultrasuoni dei tessuti molli?

Questo metodo di scansione ad ultrasuoni consente di studiare lo stato di tali tessuti:

  • tegumento cutaneo;
  • grasso sottocutaneo;
  • strato di grasso;
  • muscolare;
  • linfonodi.

Tale studio può essere condotto per escludere o confermare le seguenti diagnosi:

  • ematomi;
  • lipoma;
  • un ascesso;
  • ascessi;
  • patologia del tessuto connettivo;
  • chondroma;
  • emangiomi;
  • altre neoplasie;
  • miosite;
  • ernia.

Quando si esegue la scansione medico può valutare la struttura del tessuto, dimensioni di inclusioni in esso presenti, per differenziare i dati rilevati con normale. Un'attenta attenzione durante lo studio è rivolta alle formazioni rilevate. Se, durante l'ecografia rivelato un tumore, il tecnico può installare la sua natura e esplorare il flusso sanguigno, e il tipo di tumori stabiliti da biopsia e analisi istologica della spurgo campione.

A volte questo metodo di diagnostica ecografica traumatologia viene utilizzato per identificare le complicanze delle fratture del braccio o della gamba. Se durante tale esame, il medico rileva qualsiasi deviazione, per ottenere un quadro dettagliato del paziente può essere somministrato un metodo altamente informativo di esame - MRI.

Indicazioni e controindicazioni

Le ragioni per la nomina degli ultrasuoni dei tessuti molli possono essere i seguenti casi clinici:

  • dolore nei tessuti molli di diversa natura;
  • la presenza di sigilli;
  • sospetto della presenza di tumori;
  • linfonodi ingrossati;
  • formazione di focolai purulenti (flemmone, ascessi);
  • strappo dei tessuti molli;
  • ecchimosi;
  • monitorare l'efficacia del trattamento;
  • preparazione per la chirurgia;
  • sospetta ernia muscolare;
  • controllo dopo il trattamento.

Non ci sono praticamente controindicazioni per l'ecografia dei tessuti molli. Tale diagnostica non può essere eseguita solo nei casi in cui vi è una superficie della ferita aperta nell'area in esame. Non ci sono altre controindicazioni per l'esecuzione della procedura ad ultrasuoni.

Come prepararsi per lo studio?

Quando si esamina un tessuto molle diverso dall'addome, non sono necessarie misure preparatorie.

Se il medico prescrive l'ecografia dei tessuti molli dell'addome, si consiglia al paziente alcuni giorni prima della procedura di escludere dalla dieta quegli alimenti che contribuiscono all'aumento della formazione di gas. Questo elenco include:

  • bevande gassate;
  • caffè;
  • cavolo;
  • fagioli;
  • alcol;
  • pomodori.

L'ultimo pasto dovrebbe aver luogo 6 ore prima dell'ecografia.

Quei pazienti che hanno la tendenza alla stitichezza, il medico raccomanderà un clistere di pulizia al mattino prima di eseguire un'ecografia.

L'esame dei tessuti addominali non deve essere effettuato il giorno successivo dopo l'esecuzione di tali metodi diagnostici come la gastroscopia, la colonscopia o la radiografia. In questi casi, è preferibile posticipare la data dell'ecografia per alcuni giorni.


Ultrasuoni del viso e del collo

Questo studio può essere eseguito in questi casi:

  • la presenza di processi infiammatori;
  • sospetto tumore;
  • la presenza di cisti;
  • la necessità di esaminare le arterie della testa e del collo;
  • dopo aver eseguito un intervento di chirurgia plastica.

Lo studio permette di valutare la natura dell'infiammazione e la sua prevalenza, suggerire il tipo di neoplasma, determinarne le dimensioni, identificare la posizione delle adesioni, il Botox e il fluido libero dopo la chirurgia plastica. L'uso della dopplerografia consente di valutare le condizioni delle arterie.

Ultrasuoni del braccio e della gamba

L'ecografia dell'articolazione del ginocchio aiuterà a diagnosticare le sue lesioni traumatiche e la formazione di tumori.

La scansione ad ultrasuoni può essere assegnata per rilevare le seguenti patologie:

  • ernia dell'articolazione dell'anca;
  • sospetto tumore;
  • dolore indescrivibile;
  • lividi, ferite e fratture;
  • stiramento di muscoli e tendini;
  • sospetta cisti Baker;
  • crescite sui talloni;
  • frattura scarsamente visualizzata di ossa fragili;
  • complicato funzionamento dell'articolazione (in combinazione con l'ecografia dell'articolazione).

Ecografia addominale

Tale studio è assegnato per identificare e determinare la natura delle seguenti patologie:

  • la comparsa di dolore acuto con una localizzazione offuscata;
  • sospetto di neoplasia;
  • appendicite atipica;
  • lesioni all'addome, ustioni, coltellate e ferite da taglio;
  • corpo estraneo;
  • presenza di ernia;
  • problemi intestinali.

Come vengono eseguiti gli ultrasuoni dei tessuti molli?

Prima dell'ecografia, il paziente si spoglia e si sdraia sul divano. Un gel speciale viene applicato sulla pelle dell'area esaminata e il medico installa un sensore. Lo specialista lo sposta attraverso il corpo e la visualizzazione dei tessuti molli dell'area studiata viene ottenuta sul monitor.

Durante l'esame, il paziente non avverte alcun disagio. Sentono solo il movimento del sensore sulla pelle.

La durata dello studio è di circa 10-15 minuti. Dopo che è stato completato, il paziente può ricevere una descrizione e una conclusione, che dovranno essere fornite al medico curante al fine di fare una diagnosi accurata.

Tariffe e deviazioni

Con un'ecografia, il medico valuta la struttura del tessuto, la natura del suo apporto di sangue, rivela la presenza di foche e tumori. Normalmente, i segni di cambiamenti nella struttura del tessuto esaminato non vengono rilevati, sono sufficientemente forniti di sangue, non sono compressi dalle formazioni e non contengono inclusioni.

Quando identifica le deviazioni dalle norme della norma, il medico descrive necessariamente l'essenza della patologia rilevata, specifica la sua dimensione, localizzazione, prevalenza nelle strutture circostanti. Solitamente durante l'ecografia dei tessuti molli, vengono rilevate le seguenti anormalità:

  • processi infiammatori nei tessuti, formazione di cavità (ad esempio, cisti di Baker) e tumori (ad esempio lipomi, ateromi, ecc.);
  • cavità purulente;
  • distorsioni, rotture e distorsioni e tendini;
  • linfonodi ingrossati;
  • la presenza di metastasi nei linfonodi;
  • ematomi dopo gli infortuni;
  • malattia delle arterie;
  • ernia muscolare;
  • cambiamenti fibrotici;
  • danno ai nervi;
  • calcificazioni, ecc.

La semplicità, la non invasività, l'alto contenuto informativo, l'accessibilità e la quasi completa assenza di controindicazioni ci permettono di prescrivere ecografia dei tessuti molli in vari casi clinici, ei risultati di tale studio facilitano notevolmente il processo di diagnosi di molte patologie.Questa procedura è consentita per adulti, bambini di qualsiasi età, donne in gravidanza e in allattamento. L'esecuzione degli ultrasuoni dei tessuti molli dell'addome richiede un addestramento speciale e altri tipi di tali studi possono essere effettuati in un dato giorno.

Il dottore V.Nartsishko-Fedorovich parla degli ultrasuoni dei tessuti molli:

Guarda il video: HIFU: LIFTING DEL COLLO SENZA CHIRURGIA

Lascia Il Tuo Commento