Disfunzione congenita della corteccia surrenale: segni, principi di diagnosi e trattamento

La disfunzione congenita della corteccia surrenale unisce un gruppo di malattie ereditarie con un meccanismo patogenetico simile e quadro clinico, che sono il risultato di un difetto in uno degli enzimi coinvolti nella sintesi degli ormoni della corteccia surrenale. Interruzione di questo processo porta ad un aumento della produzione ipofisaria di ormone adrenocorticotropo (ACTH), iperplasia della corteccia surrenale e accumulo nel corpo di vari intermedi. La scienza medica conosce diverse varianti di questa patologia, ognuna di esse ha le proprie caratteristiche del corso. Di seguito li consideriamo in modo più dettagliato.

Carenza di 3-β-idrossisteroide deidrogenasi

Questa è una patologia abbastanza rara, che è caratterizzata da una deficienza dell'enzima (3β-HSD) necessaria per convertire pregnenolone, 17-idrossiprogenolone, deidroepiandrosterone in progesterone, 17-idrossiprogesterone e antrostenedione. Esistono 2 tipi di tale enzima. Uno di questi è nelle ghiandole surrenali e nei genitali, l'altro nei tessuti periferici. Il gene responsabile della produzione di questi enzimi si trova nel braccio corto del cromosoma 1.

La mancanza di 3-β-idrossisteroide deidrogenasi causa una violazione della produzione di ormoni steroidei nel corpo. Una manifestazione caratteristica di questa patologia è la grave insufficienza surrenalica, che si manifesta nel primo mese di vita di un bambino. Tuttavia, in alcuni pazienti ha un corso subclinico nascosto.

Un'altra caratteristica di questa malattia è l'impatto negativo sullo sviluppo degli organi del sistema riproduttivo. In tutti i bambini, sono formati in modo errato. Nelle ragazze, i segni di virilizzazione si trovano, nei ragazzi, nel sottosviluppo dei genitali.

Carenza di 21-idrossilasi

Il deficit di 21-idrossilasi è la forma più comune di disfunzione della corteccia surrenale, che rappresenta oltre il 90% dei casi di malattia. Questo enzima è responsabile del processo di idrossilazione del progesterone e del 17-idrossiprogesterone. Il gene che codifica la sua sintesi si trova sul cromosoma 6. In diversi territori, il tasso di incidenza della malattia varia da 1: 10.000 a 1: 15.000.

In questi pazienti, la sintesi di tutti gli ormoni della corteccia surrenale è compromessa. Ciò causa un aumento mediato da ACTH nella produzione di composti per la cui produzione non è richiesta l'idrossilazione, con conseguente aumento della secrezione di androgeni nel corpo.Nelle donne, in questo contesto, si verifica la genitalizzazione degli organi genitali di vario grado (dalla clitoromegalia all'unione delle labbra e la formazione dell'uretra peniena). Nei maschi, un eccesso di androgeni non ha praticamente alcun effetto sulla formazione di gonade. A volte può esserci un aumento delle loro dimensioni.

Ulteriore accumulo nel corpo di androgeni surrenali conduce:

  • pubertà precoce;
  • aumento del tasso di crescita e dell'età ossea;
  • l'acne;
  • mascolinizzazione.

Tali segni sono le principali manifestazioni della semplice forma virile della malattia. Oltre a ciò, c'è anche una forma che perde il sale. Ha un decorso più grave ed è caratterizzato da insufficienza surrenalica, che spesso debutta a 2 settimane di età. Questi bambini hanno un rigurgito dopo aver mangiato, vomitato. Perdono rapidamente peso corporeo. La loro condizione peggiora progressivamente con lo sviluppo di ipovolemia e shock. Senza intervento medico, la malattia è fatale.

Carenza di 11-β-idrossilasi

Questo è un difetto congenito abbastanza comune della steroidogenesi. La frequenza della sua occorrenza è 1: 100000.I casi di malattia sono più spesso registrati nei paesi del Mediterraneo.

L'11-β-idrossilasi è necessaria nel corpo per convertire il deossicorticosterone in corticosterone e 11-desossicortisolo in cortisolo. La secrezione di questo enzima è codificata da un gene localizzato sul cromosoma 8. Quando è carente, la sintesi del cortisolo è compromessa, che stimola la produzione di ormone adrenocorticotropo e aldosterone. Questo porta alla ritenzione di sodio e all'inibizione dell'attività del sistema renina-aldosterone-angiotensina. I precursori degli ormoni sessuali maschili si accumulano nel sangue, il che contribuisce alla pubertà prematura.

Nessuna anomalia viene rilevata nei neonati con questa patologia. A ragazze la virilizzazione espressa viene alla luce. In questo caso, la struttura degli organi genitali interni senza caratteristiche. Questi bambini possono essere allevati come maschi, riconosciuti per errore nel campo maschile dopo la nascita.

Uno dei sintomi frequentemente osservati della malattia è l'ipertensione. Tuttavia, il suo decorso può essere complicato da ipertrofia ventricolare sinistra e patologia retinica.

Nei bambini piccoli, viene spesso rilevata la sindrome della perdita della libertà. Si presume che sia dovuto all'accumulo nel corpo dei precursori degli ormoni steroidei con attività natriuretrica.


Altre varianti della disfunzione della corteccia surrenale congenita

La disfunzione congenita delle ghiandole surrenali, che si verifica con iperandrogenesi, può avere un decorso sfocato. In tali casi, i difetti dei geni corrispondenti non sono robusti e l'attività degli enzimi è parzialmente preservata. Nei neonati, le anomalie nello sviluppo degli organi dell'apparato riproduttivo sono assenti o debolmente espresse. I sintomi della malattia sono rilevati all'età di 5-6 anni o durante la pubertà. Questi includono:

  • pelosità sessuale prematura;
  • accelerazione dello sviluppo fisico;
  • aumento dell'età ossea;
  • oligomenorrea, ovaie policistiche nelle femmine, ecc.

Principi di diagnosi

Verificare la diagnosi aiuterà l'analisi del sangue a livello di steroidi e ormoni sessuali, così come la ricerca genetica molecolare.

La diagnosi di "disfunzione congenita della corteccia surrenale" viene effettuata sulla base di dati clinici e dei risultati di ulteriori esami.Se il bambino nasce con genitali invariati, allora l'idea della presenza di questa patologia del medico dovrebbe essere stimolata dalla pubertà prematura e dai segni di mascolinizzazione nelle ragazze. Per confermare queste ipotesi, viene assegnato un esame del sangue per determinare il livello di:

  • glucocorticoidi;
  • mineralcorticoidi;
  • androgeni;
  • ACTH.

Informazioni importanti sono fornite dalla ricerca genetica molecolare che identifica i difetti genetici.


Tattiche di gestione

La base per il trattamento di queste malattie è un'adeguata terapia sostitutiva con glucocorticoidi. La dose di quest'ultimo è selezionata tenendo conto della secrezione fisiologica del cortisolo e delle caratteristiche individuali del paziente. A questo scopo, ai bambini vengono solitamente prescritte compresse di idrocortisone e, per gli adulti, forme prolungate di corticosteroidi (prednisone, desametasone).

In presenza di una sindrome da perdita di sali, la terapia con mineralcorticoidi viene aggiunta al trattamento. Il 9α-fluorocortisolo e il 9α-fluorocortisone sono considerati farmaci di scelta. Per la crisi surrenale, è indicata la somministrazione endovenosa di idrocortisone e soluzioni saline.

Va notato che la terapia sostitutiva con gli ormoni sessuali durante la pubertà viene effettuata prendendo in considerazione il pavimento del passaporto del paziente. Si ritiene che i maschi genetici con alcune forme di disfunzione congenita delle ghiandole surrenali (ad esempio, deficit di CYP17-idrossilasi o iperplasia lipoidea) dovrebbero essere adattati nel campo del passaporto femminile. Nelle ragazze, se ci sono difetti significativi nella struttura degli organi genitali, viene eseguita la chirurgia plastica.

Quale dottore contattare

Il trattamento viene eseguito da un endocrinologo per bambini. Si consiglia di consultare un genetista, un chirurgo, un pediatra, un cardiologo, uno psicologo.

conclusione

La prognosi della disfunzione congenita della corteccia surrenale è determinata dalla variante della malattia e dalla gravità del difetto genetico. Quindi, con iperplasia lipoidea delle ghiandole surrenali, è considerato sfavorevole. La mortalità in giovane età raggiunge valori elevati (circa il 70%). Con un deficit di 21-idrossilasi, il trattamento tempestivo avviato dà buoni risultati e consente il normale sviluppo degli organi genitali.

Guarda il video: Indicatori di autismo: i 5 sintomi più comuni

Lascia Il Tuo Commento