Può la luce curare una malattia?

Uno studio recente ha dimostrato che un cambiamento di luce nei reparti ospedalieri può migliorare il benessere dei pazienti, in particolare combattere l'affaticamento e il dolore.

Un fatto ben noto: molte persone si sentono meglio in una giornata di sole che durante il tempo cupo. Gli scienziati ritengono che ciò sia dovuto all'esposizione alla luce.

Quando una persona va in ospedale, si ritrova in un ambiente completamente alieno. Tutto intorno a lui è disgustato: un ambiente sconosciuto, decorazioni, cibo e, infine, un dubbio motivo per cui lui era lì - tutto questo invade brutalmente le fragili sale del nostro benessere, il sonno e l'umore aggravanti. La dottoressa Esther Bernhofer e i suoi colleghi della Cleveland University (Ohio, USA) hanno deciso di scoprire quale ruolo gioca l'illuminazione nella formazione di questo negativo.

A tal fine, hanno sviluppato un progetto di studio, il cui scopo era quello di trovare la connessione tra illuminazione, umore, qualità del sonno e intensità del dolore in condizioni ospedaliere. Durante l'anno, gli autori hanno raccolto informazioni su 23 donne e 17 uomini che sono stati ricoverati in ospedale in varie cliniche statunitensi.Il principale evento sperimentale è stato una misurazione di un tempo (entro 72 ore) dell'effetto delle onde luminose e una valutazione parallela della struttura dei ritmi circadiani (in altre parole, l'analisi del ciclo "sonno-veglia"). Le fluttuazioni dell'umore sono state rilevate in base ai risultati del sondaggio e l'intensità della sindrome del dolore è stata necessariamente riflessa nelle cartelle cliniche.

I ricercatori hanno scoperto che i pazienti, mentre sono in clinica, sono esposti prevalentemente a luce a bassa intensità. Ciò indica una mancanza di variazione naturale della luminosità, che è caratteristica di una giornata di luce. Durante il giorno è leggero, di sera è buio: questa fluttuazione è necessaria per il normale mantenimento dei ritmi circadiani. L'ambiente ospedaliero cancella questo contrasto. Ciò porta al fatto che i pazienti dormono peggio e questo, a sua volta, causa un aumento del dolore.

"Vogliamo sottolineare che questi risultati sono approssimativi, è necessario identificare tutte le possibili conseguenze della modifica del regime di luce nella clinica per la salute dei pazienti", afferma il dott. Bernhofer."Tuttavia, siamo convinti che in futuro l'igiene della luce competente diventerà un modo semplice ed efficace per migliorare la qualità della vita delle persone in un reparto ospedaliero."

I risultati di questo studio sono stati pubblicati sulla rivista Journal of Advanced Nursing.

Guarda il video: SKYRIM Guida in Italiano - Cura Vampiro

Lascia Il Tuo Commento