Mezzi per ridurre la pressione: una panoramica dei farmaci antipertensivi (antipertensivi)

Il trattamento farmacologico dell'ipertensione viene mostrato a tutti i pazienti con pressione arteriosa superiore a 160/100 mm Hg. Art., Così come quando le attività di modifica dello stile di vita non hanno portato alla normalizzazione degli indicatori di pressione e rimane superiore a 140/90 mm Hg. Art. Ci sono molti farmaci che abbassano la pressione sanguigna. A seconda della composizione e del meccanismo d'azione, sono divisi in gruppi e persino sottogruppi.

Questi farmaci sono chiamati antipertensivi o ipotensivi. Vi offriamo una revisione dei farmaci per abbassare la pressione sanguigna.

Classificazione dei farmaci antipertensivi

I farmaci usati per abbassare la pressione sanguigna possono essere suddivisi in 2 grandi gruppi:
I. farmaci di prima linea. Sono i farmaci di scelta nel trattamento dell'ipertensione. Si raccomanda di prescrivere un numero schiacciante di pazienti ipertesi. Questo gruppo comprende altri 5 gruppi di farmaci:

  • inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE inibitori);
  • diuretici o farmaci diuretici;
  • inibitori del recettore dell'angiotensina II;
  • β-bloccanti o β-bloccanti;
  • antagonisti del calcio.

II.Farmaci di seconda linea. Per il trattamento a lungo termine dell'ipertensione essenziale, vengono utilizzati solo in alcune classi di pazienti, ad esempio le donne in gravidanza o in individui con reddito basso che, per ragioni finanziarie, non possono permettersi di acquistare farmaci di prima scelta. Questi farmaci includono:

  • alfa-adrenergici bloccanti;
  • Alcaloidi della rauwolfia;
  • α2 agonisti centrali;
  • vasodilatatori ad azione diretta.

Considerare ciascuno di questi gruppi separatamente.

Diuretici o diuretici

Come gli ACE-inibitori, sono ampiamente usati nel trattamento dell'ipertensione. Questi farmaci aumentano la quantità di urina escreta, determinando una diminuzione del sangue circolante e del fluido extracellulare, una riduzione della gittata cardiaca e dei vasi sanguigni dilatati, il che si traduce in una diminuzione della pressione sanguigna. Vale la pena notare che di fronte alla somministrazione diuretica, si può sviluppare una disfunzione sessuale.

I farmaci diuretici sono spesso usati come parte della terapia di combinazione per l'ipertensione: rimuovono l'acqua in eccesso dal corpo, che viene ritardata quando vengono presi molti altri farmaci antipertensivi. Sono controindicati nella gotta.

I diuretici possono anche essere divisi in diversi gruppi.
1. Diuretici tiazidici. Il più delle volte usato con scopo precisamente ipotensivo. I dosaggi bassi sono generalmente raccomandati. Inefficace con grave insufficienza renale, che è anche una controindicazione alla loro ricezione. Il diuretico tiazidico più comunemente usato è l'idroclorotiazide (ipotiazide). La dose giornaliera di questo farmaco è 12,5-50 mg, la molteplicità di ricezione - 1-2 volte al giorno.
2. Diuretici simili a tiazidici. Il rappresentante più importante di questo gruppo di farmaci è l'indapamide (Indap, Arifon, Ravel-SR). Prendilo, di regola, 1,25-2,5-5 mg 1 volta al giorno.
3. Diuretici dell'ansa. Il ruolo essenziale dei farmaci in questo gruppo nel trattamento dell'ipertensione non gioca, tuttavia, nel caso di concomitante insufficienza cardiaca o renale nell'ipertensione sono i farmaci di scelta. Spesso usato in condizioni acute. Le diauriche del ciclo principale sono:

  • Furosemide (Lasix) - la dose giornaliera di questo farmaco varia da 20 a 480 mg a seconda della gravità della malattia, la frequenza di somministrazione è 4-6 volte al giorno;
  • torasemide (Trifas, Torsid) - assumere una dose di 5-20 mg due volte al giorno;
  • acido etacrilico (Uregit) - la dose giornaliera varia da 25 a 100 mg in due dosi.

4. Diuretici risparmiatori di potassio. Hanno un debole effetto ipotensivo e rimuovono anche una piccola quantità di sodio dal corpo, pur mantenendo il potassio. L'auto per il trattamento dell'ipertensione è usato raramente, più spesso - in combinazione con farmaci di altri gruppi. Non applicare in caso di grave insufficienza renale. I rappresentanti più importanti di questa classe sono i seguenti diuretici risparmiatori di potassio:

  • Spironolactone (Veroshpiron) - la dose quotidiana del farmaco è 25-100 mg, la molteplicità di ricevimento - 3-4 volte al giorno;
  • triamteren: prendi 25-75 mg 2 volte al giorno.

Inibitori del recettore dell'angiotensina II

Il secondo nome delle droghe in questo gruppo è Sartans. Questa è una classe relativamente nuova di farmaci antipertensivi con alta efficacia. Fornire un efficace controllo della pressione arteriosa durante 24 ore durante l'assunzione del farmaco 1 volta al giorno. I sartani mancano dell'effetto collaterale più frequente degli ACE-inibitori: tosse secca e hacking, quindi l'intolleranza contro gli ACE-inibitori, di regola, li sostituisce con i sartani.I farmaci di questo gruppo sono controindicati in gravidanza, stenosi bilaterale delle arterie renali e anche in iperkaliemia.

I principali rappresentanti dei Sartan sono:

  • Irbesartan (Irbetan, Converium, Aprovel): si raccomanda di assumere 150-300 mg 1 volta al giorno;
  • Candesartan (Candesar, Kasark) - assunto in una dose di 8-32 g 1 volta al giorno;
  • Losartan (Lozap, Lorista) - dose quotidiana della medicina 50-100 mg in 1 ricevimento;
  • Telmisartan (Praetor, Mikardis) - dose quotidiana raccomandata di 20-80 mg, in 1 ricevimento;
  • valsartan (Vazar, Diovan, Valsakor) - assuma una dose di 80-320 mg al giorno per 1 ricevimento.

p-bloccanti

I beta-bloccanti sono particolarmente indicati per le persone con malattia ipertensiva combinata con tachicardia.

La pressione arteriosa è ridotta a causa dell'effetto bloccante sui β-adrenorecettori: la gittata cardiaca e l'attività renina plasmatica sono ridotte. Particolarmente indicato nell'ipertensione, in combinazione con l'angina e alcuni tipi di aritmie. Poiché uno degli effetti dei beta-bloccanti è quello di ridurre la frequenza cardiaca, questi farmaci sono controindicati in bradicardia.
I preparativi di questa classe sono divisi in cardio-selettivi e non cardio-selettivi.

I β-adrenoblocker cardioselettivi agiscono esclusivamente sui recettori del cuore e dei vasi sanguigni, mentre non influenzano altri organi e sistemi d'azione.
Per i farmaci di questa classe sono inclusi:

  • atenololo (atenolo, tenololo, tenobene) - la dose giornaliera di questo farmaco è 25-100 mg, il dosaggio è due volte al giorno;
  • Betaxololo (Betak, Betacor, Lokren) - assumere la dose di 5-40 mg una volta al giorno;
  • bisoprololo (Concor, Coronal, Biprol, Bikard) - assumere una dose di 2,5-20 mg al giorno alla volta;
  • metoprololo (Betalok, Corvitol, Egilok) - la dose giornaliera raccomandata del farmaco è 50-200 mg in 1-3 dosi;
  • Nebivololo (Nebilet, Nebilong, Nebival): assumere 5-10 mg una volta al giorno;
  • Tseliprolol (Tseliprol) - prende 200-400 mg una volta al giorno.

I bloccanti β-adrenergici cardiaci selettivi influenzano i recettori non solo del cuore, ma anche di altri organi interni, pertanto sono controindicati in una serie di condizioni patologiche, come l'asma bronchiale, la broncopneumopatia cronica ostruttiva, il diabete, la claudicatio intermittente.

I rappresentanti più frequentemente utilizzati di questa classe di farmaci sono:

  • propranololo (anaprilina) assunto in 40-240 mg al giorno in 1-3 dosi;
  • carvedilolo (Coriol, Medocardil) - la dose giornaliera del farmaco è 12,5-50 mg, la molteplicità di ricezione - 1-2 volte al giorno;
  • Labetalolo (Abetol, Labetol): si consiglia di assumere 200-1200 mg al giorno dividendo la dose in 2 dosi.

Calcio antagonisti

Riducono bene la pressione sanguigna, tuttavia, a causa dei meccanismi della loro azione, possono avere effetti collaterali molto gravi.

1. Derivati ​​della fenilalchilamina. Verapamil (Finoptin, Isoptin, Verathard): si raccomanda di assumere una dose di 120-480 mg al giorno in 1-2 dosi; può causare bradicardia e blocco atrio-ventricolare.
2. Derivati ​​della benzotiazepina. Diltiazem (Aldizem, Diakordin) - la sua dose giornaliera è uguale a quella di verapamil ed è di 120-480 mg in 1-2 dosi; provoca bradicardia e blocco AV.
3. Derivati ​​di diidropiridina. Hanno un pronunciato effetto vasodilatatore. Può causare mal di testa, rossore al viso, accelerazione della frequenza cardiaca, gonfiore delle estremità. I principali rappresentanti di questa classe di calcio antagonisti sono i seguenti:

  • Amlodipina (Azomex, Amlo, Agen, Norvask) - la dose giornaliera del farmaco è di 2,5-10 mg in una dose;
  • Lacidipina (Lacipil) - assumere 2-4 mg al giorno alla volta;
  • lercanidipina (Zanidip, Lerkamen): assumere 10-20 mg una volta al giorno;
  • Nifedipina (ritardante - lunga durata - forme: Corinfar retard, Nifecard-XL, Nicardia) - assumere 20-120 mg al giorno alla volta;
  • Felodipina (Felodip) - la dose giornaliera del farmaco è 2,5-10 mg in un unico passaggio.

Droghe combinate

Spesso i farmaci antiipertensivi di prima linea fanno parte dei farmaci combinati. Di regola, contiene 2, meno spesso - 3 principi attivi appartenenti a classi diverse, e quindi, abbassando la pressione sanguigna in modi diversi.

Ecco alcuni esempi di tali farmaci:

  • Triampur - idroclorotiazide + triamteren;
  • Tonorma - atenololo + clortalidone + nifedipina;
  • Captopress - captopril + idroclorotiazide;
  • Enap-N - enalapril + idroclorotiazide;
  • Liprazide - lisinopril + idroclorotiazide;
  • Vazar-N - valsartan + idroclorotiazide;
  • Ziak - bisoprololo + idroclorotiazide;
  • Bi-Prestarium - amlodipina + perindopril.

alfa-bloccanti

Attualmente usato relativamente raramente, solitamente in combinazione con farmaci di prima linea. Il principale svantaggio serio dei farmaci in questo gruppo è quelloche il loro uso a lungo termine aumenta il rischio di insufficienza cardiaca, incidenti cerebrovascolari acuti (ictus) e morte improvvisa. Tuttavia, gli α-bloccanti hanno anche una proprietà positiva che li distingue dagli altri farmaci: migliorano il metabolismo dei carboidrati e dei lipidi, motivo per cui sono i farmaci di scelta per il trattamento dell'ipertensione nelle persone con diabete concomitante e dislipidemia.

I principali rappresentanti delle droghe di questa classe sono:

  • Prazosin: assumilo con 1-20 mg 2-4 volte al giorno; Questo farmaco è caratterizzato dall'effetto della prima dose: una forte diminuzione della pressione arteriosa dopo la prima dose;
  • doxazosin (Kardura, Zokson) - la dose raccomandata - 1-16 mg 1 volta al giorno;
  • terazosina (Kornam, Alfater) - 1-20 mg al giorno per 1 ricevimento;
  • Phentolamine - 5-20 mg al giorno.

Preparati di Rauwolfia

Hanno un buon effetto ipotensivo (si sviluppa dopo circa 1 settimana di uso regolare del farmaco), ma hanno molti effetti collaterali, come sonnolenza, depressione, incubi, insonnia, secchezza delle fauci, ansia, bradicardia, broncospasmo, indebolimento della potenza negli uomini, nausea , vomito, reazioni allergiche, parkinsonismo.Certamente questi farmaci sono economici, quindi molti pazienti anziani ipertesi continuano a prenderli. Tuttavia, tra i farmaci di prima scelta, ci sono anche opzioni economicamente convenienti per la maggior parte dei pazienti: dovrebbero essere presi ogni volta che è possibile e la rauwolfia dovrebbe essere gradualmente abbandonata. Questi farmaci sono controindicati in pazienti con grave aterosclerosi di vasi cerebrali, epilessia, parkinsonismo, ulcera gastrica e ulcera duodenale, depressione, bradicardia e grave insufficienza cardiaca.
I rappresentanti dei preparativi della rauwolfia sono:

  • reserpina: si consiglia di assumere 0,05-0,1-0,5 mg 2-3 volte al giorno;
  • raunatina: prendere lo schema, iniziando con 1 compressa (2 mg) al giorno durante la notte, aumentando la dose giornaliera di 1 compressa, portando a 4-6 compresse al giorno.

Combinazioni più spesso utilizzate di questi farmaci:

  • Adelfan (reserpina + idralazina + idroclorotiazide);
  • Cinepres (reserpina + idralazina + idroclorotiazide + cloruro di potassio);
  • Neocristepina (reserpina + diidroergocristina + clortalidone).

Agonisti dei recettori α2 centrali

I farmaci in questo gruppo riducono la pressione del sangue colpendo il sistema nervoso centrale, riducendo l'iperattività simpatica.Può causare effetti collaterali molto gravi, tuttavia, in alcune situazioni cliniche sono indispensabili, ad esempio, la metildopa del farmaco per l'ipertensione nelle donne in gravidanza. Gli effetti collaterali degli agonisti dei recettori α2 centrali sono dovuti al loro effetto sul sistema nervoso centrale: sonnolenza, riduzione dell'attenzione e dei tassi di reazione, letargia, depressione, debolezza, affaticamento e mal di testa.
I principali rappresentanti delle droghe in questo gruppo sono:

  • Clonidina (clofelin) - viene applicata da 0,75-1,5 mg 2-4 volte al giorno;
  • Metildopa (Dopegit) - una singola dose di 250-3000 mg, la molteplicità di ricezione - 2-3 volte al giorno; farmaco di scelta per il trattamento dell'ipertensione nelle donne in gravidanza.

Vasodilatatori ad azione diretta

Hanno un lieve effetto ipotensivo dovuto alla moderata dilatazione dei vasi. Più efficace sotto forma di iniezioni, piuttosto che somministrazione orale. Lo svantaggio principale di questi farmaci è che essi causano una sindrome da "rapina" - in parole povere, interferiscono con l'afflusso di sangue al cervello. Questo limita la loro ricezione nelle persone che soffrono di aterosclerosi e questa è la maggior parte dei pazienti con pressione alta.
I rappresentanti di questo gruppo di farmaci sono:

  • Bendazolo (Dibazol) - uso interno 0,02-0,05 g 2-3 volte al giorno; più spesso vengono usati per via intramuscolare e endovenosa per abbassare rapidamente la pressione sanguigna - 2-4 ml di soluzione all'1% 2-4 volte al giorno;
  • hydralazine (Apressin) - la dose iniziale - 10-25 mg 2-4 volte al giorno, la media terapeutica - 25-50 g al giorno in 4 dosi divise.

Farmaci per il trattamento di crisi ipertensive

Al fine di trattare le crisi ipertensive non complicate, si raccomanda di ridurre la pressione immediatamente, ma gradualmente, per 1-2 giorni. Su questa base, i farmaci sono prescritti sotto forma di compresse.

  • Nifedipina - usata all'interno o sotto la lingua (questo metodo di somministrazione equivale a un'efficacia endovenosa) di 5-20 mg; se assunto per via orale, l'effetto si verifica dopo 15-20 minuti, con sublinguale dopo 5-10 minuti; possibili effetti collaterali come mal di testa, grave ipotensione, tachicardia, arrossamento della pelle del viso, sintomi di angina pectoris;
  • Captopril - usato a 6,25-50 mg sotto la lingua; inizia ad agire in 20-60 minuti;
  • Clonidina (Clofelin) - è assunto per via orale da 0,075-0,3 mg; l'effetto è osservato già in mezz'ora; effetti collaterali includono sedazione, secchezza delle fauci; si deve usare cautela quando si usa questo farmaco in pazienti con aritmie;
  • Nitroglicerina: la dose raccomandata è 0,8-2,4 mg sublinguale (sotto la lingua); l'effetto ipotensivo si verifica rapidamente - dopo 5-10 minuti.

Nel trattamento di complicate crisi ipertensive, al paziente vengono prescritte infusioni endovenose (infusioni) di farmaci. Contemporaneamente effettua il monitoraggio continuo della pressione sanguigna. La maggior parte dei farmaci utilizzati per questo scopo, iniziano ad agire entro pochi minuti dalla somministrazione. Di regola, usa i seguenti farmaci:

  • Esmololo - somministrato per via endovenosa; l'inizio di azione è annotato già dopo 1-2 minuti dopo l'inizio dell'infusione, la durata di azione è 10-20 minuti; è il farmaco di scelta per dissezionare l'aneurisma aortico;
  • Nitroprussiato di sodio - usato per via endovenosa; l'effetto è osservato immediatamente dopo l'inizio dell'infusione, dura 1-2 minuti; durante la somministrazione del farmaco sono possibili nausea, vomito e una forte diminuzione della pressione arteriosa; si deve usare cautela quando si usa sodio nitroprussiato in individui con azotemia o alta pressione intracranica;
  • Enalaprilato - somministrato per via endovenosa a 1,25-5 mg; l'effetto ipotensivo inizia dopo 13-30minuti dopo l'iniezione e dura 6-12 ore; Questo farmaco è particolarmente efficace nell'insufficienza ventricolare sinistra acuta;
  • Nitroglicerina - somministrata per via endovenosa; l'effetto si sviluppa in 1-2 minuti dopo l'infusione, la durata dell'azione - 3-5 minuti; sullo sfondo dell'infusione spesso c'è un intenso mal di testa, nausea; indicazioni dirette per l'uso di questo farmaco sono segni di ischemia del muscolo cardiaco;
  • Propranololo - somministrato per via endovenosa, l'effetto si sviluppa in 10-20 minuti e dura per 2-4 ore; questo farmaco è particolarmente efficace nella sindrome coronarica acuta, così come nel caso di dissezione dell'aneurisma aortico;
  • Labetalolo - somministrato per via endovenosa in un flusso di 20-80 mg ogni 5-10 minuti o per via endovenosa; si osserva una diminuzione della pressione arteriosa dopo 5-10 minuti, la durata dell'effetto è di 3-6 ore; mentre prende il farmaco, è possibile una brusca riduzione della pressione, nausea, broncospasmo; È controindicato in caso di insufficienza cardiaca acuta;
  • Phentolamine - somministrato per via endovenosa a 5-15 mg, l'effetto si osserva in 1-2 minuti e dura 3-10 minuti; può causare tachicardia,mal di testa e arrossamento del viso; Questo farmaco è particolarmente indicato per una crisi ipertensiva sullo sfondo di un tumore delle ghiandole surrenali - feocromocitoma;
  • Clonidina - iniettata per via endovenosa a 0,075-0,3 mg, l'effetto si sviluppa dopo 10 minuti; gli effetti collaterali includono nausea e mal di testa; possibile sviluppo della tolleranza (insensibilità) al farmaco.

Poiché complicate crisi ipertensive sono spesso accompagnate da un ritardo nel fluido corporeo, il trattamento deve iniziare con un'iniezione endovenosa di un diuretico - furosemide o torasemide in una dose di 20-120 mg. Se la crisi è accompagnata da un aumento della minzione o un forte vomito, i farmaci diuretici non sono indicati.
In Ucraina e in Russia, con crisi ipertensive, vengono spesso somministrati farmaci come il magnesio solfato (comunemente Magnesia), la papaverina, il dibazolo, l'aminofillina e simili. La maggior parte di loro non ha l'effetto desiderato, abbassando la pressione sanguigna a determinati numeri, ma, al contrario, porta a ipertensione di rimbalzo: un aumento della pressione.

Quale dottore contattare

Le crisi ipertensive complicate richiedono l'infusione di farmaci che riducono la pressione.

Per la nomina della terapia antipertensiva, è necessario consultare un medico generico. Se la malattia viene prima rilevata o difficile da trattare, il terapeuta può indirizzare il paziente a un cardiologo. Inoltre, tutti i pazienti con ipertensione sono esaminati da un neurologo e da un oculista per escludere danni a questi organi e viene eseguita anche un'ecografia dei reni per escludere l'ipertensione arteriosa vascolare o renale.

Lascia Il Tuo Commento