Le 10 principali malattie degli impiegati

Al giorno d'oggi, il numero di impiegati è aumentato in modo significativo: oltre alle professioni familiari come ragioniere, ingegnere, economista, funzionario del personale, nuovi impiegati che lavorano nelle banche, agenzie pubblicitarie, laboratori IT, compagnie di assicurazione e di outsourcing si sono unite alle fila di lavoratori intellettuali. Come risultato di questa espansione della sfera del lavoro intellettuale, quasi il 50% dei lavoratori sono impiegati. Oltre all'aumento del numero di impiegati, è cambiato anche il carico di lavoro del loro lavoro - dopo tutto, ora la persona che lavora in ufficio deve passare più tempo a lavorare con un computer e spesso accetta di lavorare con una giornata lavorativa irregolare.

A prima vista, il lavoro d'ufficio è un lavoro prestigioso, intellettuale e confortevole. Tuttavia, questa è solo la parte visibile di quell'iceberg, sotto la quale sono nascosti altri "incantesimi" di tale lavoro. I dipendenti dell'ufficio devono sopportare un costante stress psico-emotivo, stare a lungo in posizione statica, lavorare al computer, lavorare sotto la luce artificiale e raramente andare all'aria aperta, respirare polvere da numerosi scaffali e scaffali.Tutti questi fattori non scompaiono senza lasciare traccia e, prima o poi, circa il 30-35% di coloro che lavorano in ufficio incontrano malattie caratteristiche di queste professioni.

In questo articolo ti presenteremo le più comuni malattie degli impiegati. Questa informazione ti aiuterà a "conoscere il nemico di vista" e ad adottare le misure necessarie per prevenirli in tempo.

osteocondrosi

Stare a lungo in posizione seduta e il carico sulla colonna porta alla progressione dell'osteocondrosi.

Gli impiegati ogni giorno devono stare seduti per molte ore. Una tale posizione statica del corpo porta a una ridotta circolazione del sangue nella colonna vertebrale e una persona ha dolore alla schiena, al collo e alle spalle - i sintomi dell'osteocondrosi. Particolarmente sensibili a questa malattia sono le persone che soffrono di obesità e hanno una cattiva postura.

I sintomi dell'osteocondrosi sono molto diversi e possono manifestare non solo dolore e disagio nella colonna vertebrale, ma anche affaticamento, ridotta sensibilità di varie parti del corpo, mal di testa e vertigini, ridotta acuità visiva, intorpidimento degli arti, dolore al cuore e altri organi interni.Con gli stadi avanzati di questa malattia insidiosa, nei dischi intervertebrali si verificano cambiamenti degenerativi irreversibili, che portano allo sviluppo di tali complicazioni come l'ernia intervertebrale, la protrusione, la sciatica, la cifosi, l'ictus spinale. Tutte queste complicanze dell'osteocondrosi possono portare alla disabilità del paziente e alla disabilità completa o parziale.

La tattica del trattamento dell'osteocondrosi viene scelta individualmente per ciascun paziente, a seconda della gravità della malattia. Quando la malattia non è iniziata, vengono utilizzati metodi conservativi, consistenti nell'assunzione di farmaci e nella conduzione di corsi di fisioterapia, terapia manuale, massaggio, kinesiterapia, fisioterapia, agopuntura, esecuzione di blocchi medici e trazione spinale. Nell'osteocondrosi grave e nelle sue complicanze, i metodi conservativi possono essere inefficaci e in tali casi la chirurgia è raccomandata per il paziente.

Come per qualsiasi malattia, è vero per l'osteocondrosi che è più facile prevenire qualsiasi malattia che curare. Per prevenire questa malattia è raccomandato:

  1. Osservare una sufficiente attività fisica.
  2. Nutrizione razionale e conformità con un regime di bere adeguato.
  3. Comoda posizione del corpo al computer o alla scrivania e frequenti pause nel lavoro con lo svolgimento di un allenamento fisico.
  4. Distribuzione uniforme del carico durante il trasferimento del peso.
  5. Rifiuto di cattive abitudini.
  6. La lotta contro l'obesità.
  7. Educazione fisica e sport.

Ipertensione arteriosa

Gli impiegati hanno spesso a che fare con situazioni stressanti, condurre uno stile di vita sedentario e lavorare in modo irregolare. Frequenti interruzioni del fumo, l'abuso di caffè e una dieta malsana sullo sfondo di questi fattori provocatori aumentano significativamente il rischio di sviluppare ipertensione.

Tutto inizia con il fatto che una persona inizia a sentire vertigini, debolezza, mosche tremolanti davanti ai suoi occhi, mal di testa, intorpidimento delle dita e vampate di sangue alla testa. Questo stadio di ipertensione arteriosa può durare per anni, e il paziente non presta attenzione ai sintomi che sono comparsi, attribuendoli alla stanchezza o non abbastanza sonno.

Successivamente, un aumento della pressione arteriosa può portare allo sviluppo di disturbi della circolazione cerebrale, insufficienza cardiaca e insufficienza renale.Se non curato, un aumento della pressione arteriosa può portare a gravi complicazioni (ad esempio, ictus o infarto del miocardio).

Per la rilevazione tempestiva dell'ipertensione arteriosa, è estremamente importante monitorare regolarmente gli indicatori della pressione arteriosa. Con un aumento delle sue prestazioni a 130-139 / 85-90 mm Hg. Art. è necessario consultare un medico o un cardiologo e sottoporsi a un esame dettagliato per identificare le cause dell'ipertensione. Per il trattamento dell'ipertensione può essere raccomandato come metodo conservativo, consistente nell'aderire alla dieta, nel controllo del peso, nell'eliminazione dello stress, nel rispetto di una sufficiente attività fisica e nel rifiuto delle cattive abitudini e nell'assunzione di farmaci antipertensivi. La scelta delle tattiche di trattamento, delle medicine e del loro dosaggio deve essere effettuata solo da uno specialista, poiché solo lui può valutare tutti i fattori di rischio e la gravità della malattia.

Sindrome dell'occhio secco

Lo stress costante sull'organo della vista e l'esposizione all'aria sovralimentata dai condizionatori contribuisce allo sviluppo della sindrome dell'occhio secco.

Circa il 20% degli impiegati, il cui lavoro è strettamente correlato al computer, ha familiarità con i sintomi della sindrome dell'occhio secco.L'aria che si è seccata con i dispositivi di riscaldamento o di condizionamento dell'aria e il sovraccarico prolungato della vista provoca la comparsa di sensazioni da corpo estraneo, bruciore, sabbia e crampi agli occhi. Se in questa fase della malattia una persona non agisce e non contatta un oftalmologo, allora la secchezza costante dell'occhio progredisce e in seguito possono essere necessarie misure più attive per eliminare i sintomi.

Se non trattata, la malattia viene esacerbata e tali sensazioni spiacevoli si verificano più spesso e sono completate da fotofobia, arrossamento degli occhi e lacrimazione. Successivamente, la congiuntiva e la cornea dell'occhio possono spesso diventare infiammate, e una diminuzione dell'immunità locale porta al fatto che microarioni, ulcere e cheratite filamentosa possono formarsi sulla cornea.

I farmaci sintomatici (gocce per inumidire la congiuntiva e la cornea oi farmaci antibatterici per trattare il processo infiammatorio) sono usati per trattare la sindrome dell'occhio secco e vengono prese misure per eliminare le cause di questa sindrome (normalizzazione del lavoro e del riposo, ginnastica per gli occhi). Nei casi più gravi, il trattamento può essere necessario.chirurgia per ostruzione dei dotti lacrimali con occlusori temporanei o permanenti (tamponi).

Per prevenire lo sviluppo della sindrome dell'occhio secco, si raccomandano le seguenti regole:

  1. Quando si lavora con un computer, si legge o si guarda la TV, si effettuano pause ogni ora e, mentre si lavora, si lampeggia più spesso (il numero di lampeggiamenti al minuto deve essere almeno 20 volte).
  2. Ogni mezz'ora, quando lavori con un computer o leggi, copri gli occhi con le mani e fai esercizi per gli occhi. Per alleviare la tensione, è possibile eseguire un esercizio per modificare l'area di concentrazione. Per fare ciò, è necessario selezionare un oggetto distante per focalizzare lo sguardo e fissarlo per 15 secondi, quindi trasferire lo sguardo su un oggetto più vicino. Quando si esegue questo semplice esercizio, la testa dovrebbe rimanere ferma.
  3. Non permettere la disidratazione.
  4. Usa umidificatori.
  5. Prendi complessi vitaminici-minerali profilattici per migliorare la vista.

Stress cronico

La costante stanchezza e il ritmo intenso della vita moderna spesso portano a situazioni stressanti che forniscono un eccellente sfondo per lo sviluppo di malattie croniche.

Con lo stress costante, una persona inizia a provare ansia, diminuzione immotivata dell'umore, sonnolenza, distrazione e irritabilità. Tutti questi sintomi portano ad un peggioramento del benessere generale, e il paziente appare: mal di testa, tachicardia, aumento della pressione sanguigna, dolore di una natura non specificata nella schiena o nell'addome, deterioramento dell'appetito, diminuzione dell'immunità e altri segni di sovraccarico cronico. Se non trattata, lo stress cronico può portare allo sviluppo di ipertensione, ictus, infarto, diabete, depressione e molte altre malattie pericolose.

Per il trattamento dello stress cronico, il medico può raccomandare al paziente entrambe le tecniche conservative, che includono il mantenimento di uno stile di vita sano e l'applicazione di tecniche di rilassamento e psicoterapia antistress e l'assunzione di farmaci per eliminare i principali sintomi di stress (sedativi, antidepressivi e sonniferi).

Vene varicose

Le vene varicose sono anche una conseguenza frequente della postura seduta prolungata e dell'inattività fisica. Questa malattia porta alla formazione di espansione persistente e allungamento delle vene delle gambe, che è accompagnata da assottigliamento della parete venosa e la formazione di "nodi" su di loro.

I primi sintomi delle vene varicose sono i seguenti segni: una sensazione di pesantezza alle gambe e distensione dei muscoli del polpaccio con prolungata permanenza in una postura statica, la comparsa di vene varicose sulla pelle. Successivamente, il paziente lamenta la comparsa di dolore e sensazioni di calore nei muscoli del polpaccio, i crampi notturni e l'apparizione sulla superficie delle gambe delle vene safene dilatate. Negli stadi successivi della malattia, i "nodi" varicosi, le emorragie e le ulcere trofiche compaiono sulle gambe.

La tattica di trattamento delle vene varicose è selezionata in base allo stadio della malattia. Nelle fasi iniziali, al paziente può essere raccomandato di usare flebotonie per uso esterno e interno, fisioterapia e indossare biancheria intima da compressione (calze, golf) o fasciare le gambe con bende elastiche. In assenza di controindicazioni, possono essere utilizzate tecniche chirurgiche minimamente invasive per prevenire la progressione della malattia: fotocoagulazione, indurimento, coagulazione laser o radiofrequenza delle vene varicose. Nelle fasi più avanzate delle vene varicose vengono eseguiti interventi chirurgici come la miniflebectomia o la chirurgia.Troyanova-Trendelenburg.

Per la prevenzione delle vene varicose, si raccomanda:

  1. La lotta contro l'obesità e l'inattività fisica.
  2. Durante il lavoro prolungato in posizione seduta, fare dopo ogni ora si rompe nel lavoro, eseguendo esercizi per ripristinare il normale flusso di sangue nelle gambe.
  3. Non sedersi in posa "da gamba a gamba".
  4. Non farti coinvolgere in vasche idromassaggio.
  5. Organizzare una dieta equilibrata con un adeguato apporto di alimenti ricchi di fibre (per la prevenzione della stitichezza).
  6. Non indossare scarpe scomode. Scarpe con tacchi indossati non più di 1-2 ore al giorno.
  7. Non indossare una circolazione del sangue tesa e dirompente nelle gambe.
  8. Dopo il lavoro, inzuppare i piedi con acqua fredda e fare un automassaggio dei piedi.
  9. Cammina più a piedi sulla rugiada o sul bordo del serbatoio.
  10. Dopo il risveglio, fai esercizio.

emorroidi

Le vene del retto non sono meno stressanti a causa di una posizione seduta lunga rispetto alla schiena e alle vene delle gambe. Ipodinia, eccesso di peso, cattiva alimentazione, cattive abitudini e situazioni stressanti sono fattori che contribuiscono allo sviluppo delle emorroidi. Come risultato del loro impatto, una persona ha lamentele di prurito, sensazione di bruciore e pesantezza nell'ano.Negli stadi successivi delle emorroidi, altri sintomi di questa malattia si uniscono a questi sintomi: dolore al retto, sangue nelle feci, tendenza alla stitichezza, protrusione delle emorroidi, reazioni infiammatorie nell'ano.

Molti pazienti con emorroidi non hanno fretta di cercare aiuto da un proctologo e si auto-meditano, il che non porta risultati positivi e porta alla progressione della malattia. Il trattamento di questa spiacevole malattia dovrebbe sempre essere eseguito solo da uno specialista, poiché solo dopo una diagnosi dettagliata è possibile elaborare un piano di trattamento corretto. Per il trattamento delle emorroidi si possono usare tecniche conservative e chirurgiche (chirurgia mininvasiva o radicale).

Per la prevenzione delle emorroidi è raccomandato:

  1. Corretta alimentazione e introduzione alla dieta quotidiana di alimenti che aiutano a combattere la stitichezza.
  2. Sufficiente attività fisica
  3. Smettere di fumare e assumere bevande alcoliche.
  4. Ragionevole sforzo fisico durante l'occupazione della disputa e l'attuazione di un pesante lavoro fisico.
  5. Esecuzione di esercizi secondo il metodo Kegel.

Malattie del tratto gastrointestinale: gastrite, ulcera peptica, colite, ecc.

Una dieta scorretta porta a un malfunzionamento dell'apparato digerente.

Molti impiegati spesso vivono situazioni stressanti, dimenticano di fare colazione o pranzare, fumano, bevono un sacco di caffè, mangiano spesso cibo spazzatura (patatine, cracker, frutta secca, caramelle, ecc.) Come snack. Di conseguenza, tali "piaceri" non gastronomici e gastronomici portano all'interruzione del funzionamento e alle malattie degli organi digestivi.

Dolore allo stomaco, ipocondrio destro o basso addome, perdita di appetito, nausea, vomito, eruttazione, stitichezza, diarrea, flatulenza, sapore sgradevole in bocca - questi sono i principali sintomi delle malattie del tratto gastrointestinale dovrebbero sempre diventare un motivo per consultare un gastroenterologo o terapeuta. L'autotrattamento delle malattie dell'apparato digerente è quasi sempre inefficace e porta alla progressione della malattia. Dopo un esame dettagliato, il medico sarà in grado di fare una diagnosi accurata e di prescrivere un trattamento efficace.

Per la prevenzione delle malattie degli organi dell'apparato digerente è raccomandato:

  1. Nutrizione razionale
  2. Smettere di fumare, bere alcolici e bevande contenenti caffeina.
  3. Riabilitazione tempestiva della cavità orale.
  4. Combattere lo stress
  5. Trattamento tempestivo di qualsiasi malattia del sistema digestivo.

Influenza e SARS

Durante i focolai e le epidemie di malattie virali, gli impiegati sono più a rischio di essere infettati da loro, dato che trascorrono molto tempo in una stanza scarsamente ventilata, polverosa e soffocante e hanno maggiori probabilità di entrare in contatto con chi ha già influenza e ARVI. Gli impiegati sono anche più a rischio di tali infezioni perché l'aria dell'ufficio è spesso secca e le mucose delle vie respiratorie superiori, che sono le porte d'ingresso per questi virus, diventano più sensibili alla loro introduzione.

Per prevenire l'infezione da ARVI e influenza, si raccomanda di:

  1. Proteggiti dal contatto con gli ammalati, offrendo di indossare una maschera.
  2. Evitare le strette di mano.
  3. Quando compaiono i primi sintomi della malattia e prima del recupero, chiama il medico locale e non venire in ufficio per non infettare gli altri dipendenti.
  4. Durante i focolai e le epidemie di SARS e influenza, lavarsi sempre le mani dopo aver visitato luoghi affollati o usare soluzioni disinfettanti per curarle.
  5. Umidificare l'aria con l'aiuto di umidificatori speciali o mezzi improvvisati. Se possibile, tenere premuti quarzo.
  6. Utilizzare spray nasali profilattici a base di sale marino e altri mezzi per la prevenzione delle infezioni virali (lampade aromatiche, unguenti ossolinici, ecc.).
  7. Più spesso, arieggiare la stanza ed eseguire la pulizia a umido con soluzioni di decontaminazione.
  8. Introdurre più frutta e verdura fresca ricca di vitamine nella vostra dieta quotidiana. I pasti dovrebbero essere equilibrati.

Per preservare la salute mentre si lavora in ufficio, è possibile, se si conduce uno stile di vita sano, abbandonare le cattive abitudini, stabilire un'alimentazione corretta, cercare di essere meno nervosi e organizzare adeguatamente il regime di riposo e di lavoro. Ricorda le nostre raccomandazioni per la prevenzione delle più comuni malattie degli impiegati e sii sano!

Yoga per impiegati:

Guarda il video: 10 MALATTIE più comuni nei gatti

Lascia Il Tuo Commento