Ipotiroidismo: sintomi nelle donne, linee guida di trattamento

L'ipotiroidismo è un complesso di sintomi che si manifesta quando la funzionalità tiroidea è insufficiente a causa di una carenza di ormoni sintetizzati in essa. Circa il 2-3% della popolazione della Russia soffre di questa patologia e la sua forma latente si trova in un altro 10% degli adulti e nel 3% dei bambini. Si manifesta principalmente nelle donne di età matura e anziana - 50-60 anni, ma può essere diagnosticata sia negli uomini che nei bambini, compresi i neonati e anche le donne dopo il parto.

Imparerai a conoscere perché e come si sviluppa questa sindrome, le sue manifestazioni cliniche, i principi di diagnosi e trattamento nel nostro articolo.

Cause e meccanismo della malattia

L'ipotiroidismo primario può causare:

  • tiroidite autoimmune;
  • rimozione della ghiandola tiroide mediante intervento chirurgico;
  • trattamento con iodio radioattivo;
  • ipoplasia congenita della tiroide;
  • difetti alla nascita della sintesi dei suoi ormoni;
  • carenza di iodio, eccesso di iodio nel corpo;
  • esposizione a sostanze tossiche (come la tireostatica, i preparati di litio e altri).

Le cause dell'ipotiroidismo centrale possono essere:

  • tumori dell'ipotalamo e dell'ipofisi;
  • interventi chirurgici, radioterapia in quest'area;
  • disturbi circolatori (ictus - sia ischemico che emorragico), aneurisma cerebrale;
  • ipofisite linfocitica cronica;
  • sottosviluppo congenito di alcune strutture cerebrali;
  • malattie infettive (tubercolosi, ascesso, ecc.) della regione ipotalamo-ipofisaria.

L'ipotiroidismo transitorio è solitamente il risultato di tiroidite asintomatica, così come il trattamento delle malattie infiammatorie croniche delle citochine.

L'ipotiroidismo subclinico si verifica nella tiroidite autoimmune, dopo la rimozione della ghiandola tiroidea, a seguito del trattamento con iodio radioattivo.

La causa dell'ipotiroidismo periferico è una mutazione genetica che causa l'insensibilità dei recettori agli ormoni tiroidei.

Secondo le statistiche, oltre il 95% dei casi di ipotiroidismo è rappresentato dalla forma primaria di patologia derivante dalla tiroidite autoimmune, dalle operazioni sulla ghiandola tiroidea e dal trattamento di varie forme di gozzo con iodio radioattivo.

La base patogenetica di questa patologia è una violazione dei processi energetici, che è sorto a causa della mancanza di ormoni tiroidei.Molti sistemi del corpo soffrono. Diamo un'occhiata più da vicino.

  1. Metabolismo. Ridotto consumo di ossigeno da parte dei tessuti. L'intensità dei processi metabolici è ridotta del 35-40%. Questo, naturalmente, porta ad un aumento del peso corporeo del paziente. La sintesi e il metabolismo delle proteine ​​e dei lipidi sono ridotti, a seguito del quale si nota il livello di albumina sierica, aumento di colesterolo e iperlipidemia.
  2. Sistema nervoso L'ipotiroidismo grave non controllato a lungo termine porta all'atrofia delle cellule nervose, la comparsa di focolai di degenerazione.
  3. Sistema muscolo-scheletrico. I processi di formazione ossea rallentano, i muscoli scheletrici sono ipertrofizzati. Questo è combinato con debolezza muscolare e movimento lento.
  4. Cuore e vasi La frequenza delle contrazioni del cuore diminuisce, diminuiscono la contrattilità del muscolo cardiaco e la gittata cardiaca. Cioè, il cuore non può espellere da sè un tale volume di sangue come in uno stato sano, quindi, organi e tessuti, specialmente localizzati a distanza da esso, sono carenti di sostanze nutritive. C'è un leggero aumento della pressione sanguigna, ipertrofia miocardica. Con l'ipotiroidismo si sviluppa un'insufficienza cardiaca.
  5. le vie respiratorie. La capacità vitale dei polmoni diminuisce, si nota ipoventilazione degli alveoli.Questi cambiamenti sono associati alla debolezza del muscolo diaframmatico che si verifica durante l'ipotiroidismo.
  6. Il sistema digestivo. In una persona che soffre di questa patologia, a causa di una diminuzione del tasso metabolico, diminuisce il bisogno di energia del corpo, che si manifesta con una diminuzione dell'appetito o la sua completa assenza. Anche la peristalsi intestinale rallenta, il che, insieme alla mancanza di cibo nell'intestino, causa stitichezza. La contrattilità delle vie biliari diminuisce, si sviluppa la discinesia, che porta allo sviluppo della colelitiasi.
  7. Sistema urinario. La rottura del cuore e una diminuzione del volume circolante del sangue portano ad una diminuzione del flusso sanguigno nei reni, che causa un aumento del livello di creatinina nel sangue. Il sodio è trattenuto nel corpo, ma non è l'aumento che si determina nel sangue, ma una diminuzione del suo livello.
  8. Il sistema riproduttivo. La produzione, lo scambio e gli effetti degli ormoni sessuali sono ridotti. Riduzione dei livelli di estradiolo e testosterone, aumento della prolattina. Dal punto di vista clinico, questo si manifesta con la sindrome da ipogonadismo iperprolattinemico, i cui sintomi sono descritti di seguito, nella sezione appropriata.
  9. Sistema sanguignoLa formazione di sangue nel midollo osseo è inibita, il che porta ad anemia e una diminuzione delle proprietà di aggregazione piastrinica. Quest'ultimo aumenta il sanguinamento, che si manifesta con frequenti sanguinamenti e, a loro volta, sono la seconda causa di anemia.

Coma ipotiroide

Può essere il risultato dell'ipotiroidismo non trattato a lungo termine. I fattori provocanti sono:

  • malattie respiratorie acute;
  • ipotermia;
  • chirurgia e anestesia;
  • tossinfezione alimentare;
  • intossicazione da droghe;
  • assumere farmaci che hanno un effetto inibitorio sul sistema nervoso centrale (tranquillanti, neurolettici e altri).

Coma si sviluppa gradualmente. Il paziente nota un aumento della debolezza, l'indifferenza per ciò che sta accadendo intorno a lui, è sonnolento, rallentato, i movimenti sono rallentati. Se in questa fase non ci sono cure mediche, la paziente cade nello stato di torpore, che poi finisce in coma.

Ipotiroidismo e gravidanza

Come accennato in precedenza, una donna che soffre di ipotiroidismo è improbabile che rimanga incinta (vi è ipogonadismo iperprolattinemico, a causa del quale l'ovulazione è bloccata).Se una donna riceve un trattamento, mentre i suoi livelli di ormone tiroideo si normalizzano, la sua funzione riproduttiva viene ripristinata.

La gravidanza di una donna che soffre di questa patologia deve essere pianificata. La fecondazione deve avvenire sullo sfondo di livelli normali di ormoni tiroidei nel sangue. Quando la gravidanza è confermata, la dose del farmaco ormonale aumenta di almeno un terzo. Questo approccio fornisce un corso fisiologico di gravidanza e il normale sviluppo del feto.

Nel caso in cui la malattia venga rilevata già nella fase della gravidanza, a una donna viene immediatamente prescritta una terapia ormonale sostitutiva e il controllo del livello degli ormoni tiroidei ogni 1-1,5 mesi. Se necessario, la dose del farmaco viene aggiustata.


Ipotiroidismo negli anziani

La sua causa in questa categoria della popolazione è la tiroidite autoimmune, che porta all'atrofia della tiroide. La malattia si sviluppa molto lentamente e si manifesta con stitichezza, gonfiore dei piedi e delle gambe e forte russamento. Anemia, alta ESR, elevati livelli di colesterolo si trovano spesso nel sangue di tali pazienti.I pazienti vanno raramente dal medico con questi disturbi, percependo la loro condizione come un'età - una manifestazione della vecchiaia.

diagnostica

Il medico può confermare la diagnosi di ipotiroidismo dopo aver determinato il livello degli ormoni tiroidei nel sangue.

Il medico sospetterà l'ipotiroidismo in un paziente sulla base di un gran numero di disturbi diversi, apparentemente non correlati. Anche in questa fase, alcuni fatti della vita del paziente che potrebbero portare all'ipotiroidismo possono essere chiariti - chirurgia della tiroide, assunzione di droghe tossiche e altri. Conducendo un esame obiettivo, il medico troverà segni di disfunzione di vari organi e sistemi - sono descritti nella sezione precedente. Dopodiché, per confermare o rifiutare la diagnosi, lo specialista riferirà il paziente per un ulteriore esame.

L'analisi di laboratorio principale è la determinazione nel sangue del livello di ormoni tiroidei tiroxina e triiodotironina, nonché ghiandola pituitaria dell'ormone tiroideo stimolante (TSH). Nell'ipotiroidismo, il livello di quest'ultimo sarà aumentato e gli ormoni tiroidei, rispettivamente, ridotti (e di questi due, la tiroxina ha un valore diagnostico maggiore - è sintetizzata direttamente dalle cellule tiroidee).Se il livello di TSH è elevato e la tiroxina rientra nell'intervallo normale, ciò indica ipotiroidismo latente.

Per valutare lo stato della ghiandola tiroidea, conduci gli ultrasuoni del suo studio. Ti permette di valutare le dimensioni e la struttura del corpo, per rilevare nodi o altri segni della malattia.

Questi due studi sono sufficienti per determinare la diagnosi finale. Altri metodi di diagnosi di laboratorio e strumentali possono essere raccomandati al paziente, a seconda delle caratteristiche dei sintomi della sua patologia per chiarire la natura della lesione di un organo. Questa può essere un'analisi biochimica di sangue, ECG, ecografia degli organi addominali o altri studi.

L'analisi dell'ipotiroidismo congenito viene effettuata direttamente nell'ospedale di maternità, utilizzando una speciale carta da filtro.


Diagnostica differenziale

Dal momento che l'ipotiroidismo può manifestarsi sotto l'apparenza di molte altre malattie, è importante che il medico le distingua l'una dall'altra, perché il successo del trattamento e la qualità della vita del paziente dipendono da esso.

La sindrome edematosa in aggiunta all'ipotiroidismo si verifica nella malattia renale - nefrite cronica, pielonefrite e insufficienza cardiaca.Se c'è una patologia della tiroide, sullo sfondo della terapia sostitutiva, gli edemi regrediscono.

L'anemia di natura tiroidea differisce dagli altri tipi da una variazione nel livello dei livelli di ormone tiroideo nel sangue e dall'efficacia del trattamento con L-tiroxina.

Simile all'ipotiroidismo, il danno al sistema nervoso periferico può verificarsi con diabete mellito (polineuropatia diabetica), alcolismo, malattia vibratoria e intossicazione con sali di mercurio, piombo e arsenico. Tuttavia, nel caso della patologia tiroidea, oltre ai sintomi neurologici del paziente, ci saranno molti altri segni della malattia - una tipica clinica ipotiroide.

Principi di trattamento

La principale misura terapeutica è la terapia sostitutiva dell'ormone tiroideo - L-tiroxina e L-triiodotironina - separatamente l'una dall'altra o come parte di preparati combinati.

La dose giornaliera minima di L-tiroxina è di 25 mg. Aumentalo se necessario, gradualmente - ogni 14 giorni 2 volte, portando al più efficace (di solito è 100-150 mg al giorno). Dopo alcune settimane dall'inizio della terapia, i sintomi della patologia regrediscono e scompaiono completamente dopo 2-3 mesi di assunzione giornaliera del farmaco al giusto dosaggio. Prendi il farmaco 1 volta al giorno, al mattino, mezz'ora prima di colazione.

conclusione

L'ipotiroidismo non è una patologia indipendente, ma un complesso di sintomi che accompagna questa o quella malattia della tiroide o della regione del cervello ipotalamo-ipofisario. Nella stragrande maggioranza dei casi, si sviluppa sullo sfondo della tiroidite autoimmune o dopo aver subito un intervento chirurgico per rimuovere la ghiandola tiroidea.

I sintomi della patologia sono diversi, perché quasi tutti i sistemi corporei del paziente ne soffrono.

La cosa principale nella diagnostica è valutare il livello di tiroxina e l'ormone stimolante la tiroide della ghiandola pituitaria nel sangue, così come un'ecografia della ghiandola tiroidea. Le restanti misure diagnostiche sono ausiliari e dipendono dalle caratteristiche della malattia.

Trattamento - terapia sostitutiva dell'ormone tiroideo. Dopo alcune settimane di assunzione del farmaco, il paziente rileva un miglioramento della salute. Sfortunatamente, molte malattie accompagnate da ipotiroidismo richiedono un farmaco per tutta la vita da una persona. Non è difficile farlo - questi farmaci hanno un prezzo accessibile e vengono presi solo una volta al giorno.

Quale dottore contattare

Attiriamo l'attenzione del lettore sul fatto che, sulla base dei materiali dell'articolo, non dovresti darti una diagnosi da solo - i sintomi della patologia non sono specifici e possono verificarsi in altre malattie, anche più gravi! Chiedere consiglio a un medico generico o endocrinologo - ti aiuteranno a capire le cause della cattiva salute.

Ulteriore assistenza nel riconoscimento e nel trattamento di tutte le manifestazioni della malattia sarà fornita dai medici delle seguenti specialità: neurologo, cardiologo, pneumologo, ginecologo, andrologo, nefrologo. Nei disturbi ipotalamo-ipofisari, il trattamento viene spesso eseguito con la partecipazione di un neurochirurgo.

Guarda il video: Tiroidite autoimmune di Hashimoto, Gut e Gut Microbiota

Lascia Il Tuo Commento