Rosacea sul viso: come trattare la rosacea?

Secondo le statistiche della rosacea, è più frequente tra le donne di età compresa tra i 44 ei 65 anni, ma è possibile che questi dati siano dovuti alla più intensa attenzione del gentil sesso al loro aspetto e alle loro frequenti visite dal medico. In questo articolo vi presenteremo le cause, i sintomi e i metodi di trattamento di questa dermatosi. Questa conoscenza aiuterà in tempo a sospettare lo sviluppo di rosacea e prendere una decisione sulla necessità della sua terapia, mirata a restituire la salute alla pelle del viso.

Sintomi e classificazione

Attualmente non esiste una classificazione universalmente accettata di questa malattia, poiché la rosacea può presentarsi in forme variabili. Nel suo corso ci sono tre fasi principali:

  • eritematosa-teleangiektaticheskaya;
  • papule, pustolose;
  • pustolosa, nodulare.

Stadio eritematoso e teleangectasico

Nel corso classico della rosacea, all'inizio della malattia, il paziente appare eritema intermittente di marea. Le ragioni del loro aspetto possono essere una varietà di fattori provocatori: irritazione meccanica della pelle, uso di cibi piccanti, salati, piccanti o bevande alcoliche, esposizione alla luce solare, sbalzi di temperatura, ecc.

Inizialmente, il rossore è presente sul viso per alcuni minuti o ore. È accompagnato da una sensazione di temperature in aumento e quindi scompare senza lasciare traccia. Con l'esposizione ripetuta a fattori provocatori, l'eritema appare di nuovo.

Di norma, la zona di arrossamento è localizzata nella regione del triangolo naso-labiale o della zona T (fronte, naso, mento). Al posto dell'eritema, la pelle diventa più densa. Un tale corso della malattia può durare per molti mesi o anni.

Con la progressione della rosacea nel sito di rossore, appaiono telangiectasia e infiltrazione moderata. L'eritema diventa bluastro o più saturo e può diffondersi alle aree adiacenti delle guance, della fronte e del mento. Sotto espande i vasi linfatici e sanguigni.

Fase papule-pustolosa

Il paziente nelle aree di eritema appare papule di colore rosa-rosso. Possono essere isolati o raggruppati e spesso ricoperti da squame delicate. Le papule sono presenti sul viso per molti giorni o settimane e le più grandi hanno una zona di chiusura alla base.

Con il passare del tempo, la maggior parte di loro si ammalano e il paziente ha papulopustole con un diametro fino a 3-5 mm. Di norma, non sono inclini a fondersi, ma possono essere raggruppati. Quando compare un papulopustul, quasi tutti i pazienti lamentano le sensazioni di prurito, bruciore e tensione della pelle.

L'esame batteriologico del contenuto di tali lesioni non rivela microrganismi patogeni. La suppurazione si verifica a causa del costante demone parassitario Demodex folliculorum, che scatena l'immunità cellulo-mediata e la diffusione di un gran numero di granulociti neutrofili. In risposta a tali reazioni, le papulopustule appaiono non solo in zone precedentemente familiari, ma nella zona della fronte, dietro le orecchie e sul collo. E in alcuni pazienti, in questa fase della malattia, si formano infiltrazioni pronunciate e gonfiore del viso.

Stadio pustoloso-nodulare

In assenza di trattamento e progressione della rosacea, compaiono nodi infiammatori, infiltrazioni e crescite simili a tumori. Questi sintomi sono causati dalla dilatazione persistente dei vasi sanguigni, iperplasia del tessuto connettivo e delle ghiandole sebacee. Fondamentalmente, tali cambiamenti sulla pelle sono localizzati sul naso e sulle guance, meno spesso - sul mento, sulla fronte e sulle orecchie.I pazienti sperimentano un significativo disagio estetico dovuto a questa trasformazione dell'aspetto.

Oftalmologica (o rosacea oculare)

Questa forma di rosacea può essere osservata in ogni terzo paziente affetto da questa malattia. È caratterizzato da lesioni della zona oculare, che è accompagnata dallo sviluppo di malattie infiammatorie: congiuntivite, blefarite, cheratite, iridociclite, irite. Tali malattie degli organi visivi possono comparire diversi anni prima dell'inizio delle lesioni cutanee.

Il paziente ha una cheratocongiuntivite secca ricorrente, accompagnata da sensazioni di presenza di sabbia o di un corpo estraneo nell'occhio e ipersensibilità alla luce. Con lo sviluppo di rosacea-cheratite nei casi più gravi, il paziente può sperimentare cecità a causa di annebbiamento della cornea.

Forme speciali di rosacea


Lupoide (o granulomatosa) rosacea

In questa forma di malattia, l'eritema si trova nella maggior parte dei casi nelle labbra e intorno agli occhi. Sulla pelle ci sono comuni papule e nodi rosso-bruni, adiacenti l'uno all'altro e che formano la superficie sotto forma di tubercoli. Dopo averli aperti, rimane la pigmentazione giallo-bruna.

Rosacea steroide (o steroide provocata)

Questa forma di rosacea si sviluppa in pazienti con altre malattie della pelle che vengono utilizzate per lungo tempo usando un unguento a base di ormoni glucocorticoidi. In risposta a questa terapia, appare il fenomeno della "pelle steroidea", che si manifesta nella comparsa di un ampio arrossamento rosso scuro, sul quale sono presenti teleangiectasia e rash papulopustolare. La pelle diventa leggermente subatrophied.

Rosacea Grammegativa

Questa forma di rosacea si verifica con lo sviluppo di follicolite multipla - vescicole con contenuto purulento, il cui aspetto è causato dalla complicazione di un trattamento prolungato o improprio con antibiotici (solitamente tetracicline). Tali eruzioni possono essere provocate da Proteus mirabilis o batteri Enterobacteriaceae o Pseudomonas aeruginosa. A seconda dell'agente causale dell'infiammazione, l'eruzione può essere pustolosa o papulare e sotto forma di nodi.

Conglobate Rosacea

Questa forma della malattia si sviluppa nelle aree della pelle già colpite dalla rosacea. È accompagnato dall'apparizione sulla pelle di grandi nodi di forma sferica, che vengono trasformati in ascessi, o fistole indotte (buchi nella pelle).

Linfedema della rosacea (o morbo di Morbihan)

Questa forma rara è caratterizzata da edema persistente (cronico persistente) e arrossamento della parte superiore del viso. In questo caso, la parola "edema" significa la crescita del tessuto connettivo e la presenza di fibrosi, che sono causati da un'infiammazione prolungata e dal ristagno della linfa.

Tali cambiamenti in rosso scuro con riflessi violacei si osservano sulla fronte, sulle palpebre, sulle guance, sul naso e sul mento. Premendoli sulla pelle non rimane la fossa, come nel normale edema.

All'inizio della malattia, i sintomi compaiono periodicamente, e quindi iniziano a progredire e diventano permanenti. I contorni del viso hanno un aspetto indurito.

Rosacea lampo

Questa forma della malattia viene solitamente rilevata nelle giovani donne ed è una variante difficile del decorso della congestizia rosacea. Le ragioni del suo sviluppo sono sconosciute, ma gli esperti suggeriscono che sia innescata da squilibri ormonali, cambiamenti ormonali durante la gravidanza e fattori psico-emotivi.

La malattia inizia improvvisamente e acutamente con la comparsa di eruzioni cutanee sul viso sotto forma di pustole, papule e nodi. Allo stesso tempo sono assenti segni di untuosità della pelle.E la pelle diventa rosso-bluastra e gonfia. Di regola, gli elementi dell'eruzione sferica o emisferica sono localizzati sulla fronte, sulle guance e sul mento.

I nodi si uniscono in conglomerati infiammati, in cui viene determinata la fluttuazione e si formano fistole e seni. Quando stanno sondando, viene determinato l'aumento di temperatura dell'area interessata. Occasionalmente, vesciche vesciche sulla pelle.

La salute generale del paziente è leggermente disturbata. A causa della comparsa di eruzioni ed eritemi, le donne spesso sviluppano un umore o una depressione dolorosamente depressi.


diagnostica

La diagnosi di rosacea si basa sui dati di un esame del paziente, raccolta di anamnesi sulla malattia e diagnosi differenziale con una serie di patologie simili nel loro quadro clinico.

I pazienti presentano i seguenti dati caratteristici della rosacea:

  • posizione tipica delle lesioni sul viso: fronte, naso, guance e mento;
  • identificazione dell'acaro Demodex folliculorum;
  • storia di gastrite cronica;
  • durante l'analisi istologica del rilevamento di infiltrato perivascolare e perifollykulyarnogo, costituito da istiociti e linfociti.

Differenzia la rosacea con le seguenti malattie:

  • acne comune;
  • follicolite;
  • lupus eritematoso;
  • infiltrazione leucemica;
  • dermatite periorale;
  • graniglia nasale rossa;
  • fotodermatosi;
  • piccola sarcoidosi;
  • carcinoide;
  • sifilide grumosa;
  • Malattia di Pringle-Bourneville;
  • micosi fungina;
  • dermatite seborroica.

trattamento

Il trattamento della rosacea dovrebbe iniziare nelle prime fasi della malattia, poiché con la formazione di edema e fibrosi significativi, il risultato cosmetico desiderato del paziente potrebbe non verificarsi. Lo schema terapeutico può essere diverso e la sua preparazione dipende dallo stadio della malattia, dalla sua forma, dall'età del paziente e dalle patologie associate.

Sfortunatamente, mentre la medicina non può offrire al paziente una cura completa per la rosacea, ma un trattamento iniziato immediatamente può migliorare significativamente l'aspetto della pelle e prevenire la progressione della malattia. Nel piano della terapia farmacologica sono inclusi i farmaci per la somministrazione orale e i fondi locali. L'elenco dei farmaci usati può includere:

  • antibiotici macrolidici;
  • farmaci tetracicline;
  • 0,75% -1% di gel o talker a base di metronidazolo;
  • Gel di acido azelaico al 15%;
  • 10% di sulfacetamide con il 5% di zolfo per pulire la pelle.

La combinazione di fondi locali e farmaci per somministrazione orale consente di ottenere i seguenti risultati:

  • ridurre le prime manifestazioni della malattia;
  • prevenire le riacutizzazioni quando si interrompe l'assunzione di droghe per uso orale;
  • prevenire la progressione della malattia per lungo tempo.

L'assunzione di antibiotici è essenziale in termini di terapia. Sono questi farmaci che possono avere un effetto anti-infiammatorio e prevenire lo sviluppo di suppurazione.

Per la terapia locale possono essere utilizzati tali farmaci aggiuntivi:

  • clindamicina;
  • steroidi topici;
  • retinoidi;
  • perossido di benzoile.

Il trattamento con la rosacea può essere completato con le seguenti tecniche di fisioterapia:

  1. Crioterapia. Può essere utilizzato in qualsiasi fase della malattia. L'area interessata è esposta a basse temperature con azoto liquido. Questa tecnica consente di ridurre le manifestazioni di teleangiectasia e migliora l'aspetto della pelle.
  2. Elettrocoagulazione. L'area interessata è esposta alla corrente elettrica attraverso un elettrodo sottile.Questo metodo consente di rimuovere le papule, pustole e teleangectasie, ma può lasciare ustioni sulla pelle sana.
  3. Massaggio rotazionale I siti di affetto vengono massaggiati con movimenti circolari di carezze due volte al giorno. Questo metodo consente di migliorare il flusso della linfa e riduce il gonfiore dei tessuti.
  4. Terapia laser In una porzione teleangectasie diretto raggio laser che provoca l'effetto termico sul vaso sanguigno e distrugge. Questa procedura consente di eliminare teleangectasie per un tempo più lungo e non è accompagnato dalla sconfitta di tessuto sano come nel elettrocoagulazione.

Complicazione ascessi rosacea e paziente fistole può essere raccomandato il trattamento chirurgico di asportazione delle lesioni e apparecchi drenante per un migliore drenaggio della secrezione purulenta. Dopo che il paziente eseguono tali interventi vengono assegnati ligazione con l'uso di antibiotici e di altri agenti anti-infiammatori e disinfettanti.


Prevenzione delle riacutizzazioni della rosacea

Per evitare il ripetersi della malattia il paziente deve osservare le seguenti regole:

  • evitare di mangiare cibi troppo caldi o freddi;
  • seguire una dieta che escluda l'uso di cibi piccanti, salati e piccanti;
  • rifiutare di prendere alcol;
  • usa la protezione solare;
  • evitare un eccessivo stress emotivo e fisico;
  • rifiutare di visitare il solarium, le spiagge senza riparo dal sole e dalle saune;
  • pulire costantemente la pelle con i mezzi consigliati dal medico;
  • trattare tempestivamente le malattie degli organi interni;
  • assumere farmaci ormonali solo su indicazione di un medico;
  • visita periodicamente un cosmetologo e un dermatologo;
  • utilizzare solo cosmetici di alta qualità;
  • non automedicare

Quale dottore contattare?

Se sospetti l'inizio della rosacea, devi fissare un appuntamento con un dermatologo. Dopo l'esame, il medico può raccomandare di consultare un endocrinologo o un gastroenterologo e ordinare una serie di test di laboratorio. Se nelle fasi avanzate della malattia il paziente ha fistole e ascessi, può essere necessaria la consultazione e il trattamento da parte di un chirurgo.

Il dermatovenerologo Polonskaya N.A racconta la rosacea:

Lascia Il Tuo Commento