Toxicoderma: sintomi e trattamento

Toxicoderma (o dermatite toxico-allergica) è un'infiammazione acuta della pelle che si verifica sotto l'influenza di un allergene, un fattore tossico o allergico-tossico, che penetra nel corpo attraverso il tratto digestivo, il tratto respiratorio o la somministrazione per via endovenosa, intramuscolare o sottocutanea. Si differenzia da altre dermatiti in quanto l'agente provocante non cade direttamente sulla pelle, ma penetra in esso insieme al flusso sanguigno in modo ematogeno. Parliamo dei sintomi del toxicoderma e di come trattare questa patologia.

sintomi

Quasi sempre, toxicoderma si sviluppa in modo acuto e si manifesta nell'aspetto sulla pelle di eruzioni pruriginose simmetriche, monomorfiche e comuni. Gli elementi di eruzioni cutanee sono diversi e possono essere localizzati non solo sulla pelle, ma anche sulle mucose.

In alcuni casi, toxicoderma accompagnato dalla comparsa di sintomi comuni:

  • malessere generale;
  • febbre;
  • dolore articolare ricorrente;
  • malfunzionamento del sistema nervoso: disturbi del sonno, irritabilità, stati depressivi, labilità emotiva, ecc .;
  • sindrome emorragica (con danni alle pareti dei vasi sanguigni);
  • sintomi di lesioni allergiche ai reni e al fegato.

Toxicoderma maculato

Tra questa forma di tossicoderma si possono distinguere i seguenti tipi:

  • congestizia;
  • emorragica;
  • pigmento (melasma tossico da carbone, arsenico, idrocarburi del petrolio o metaciclina).

Sul corpo del paziente compaiono dei punti che possono essere staccati (tossicoderma roseo) o che si uniscono l'uno con l'altro (eritroderma). Elementi dell'eruzione cutanea a volte hanno un carattere a forma di anello, e dopo che scompaiono, la pelle si stacca. Se queste eruzioni cutanee si trovano sulla pianta o sui palmi delle mani, al loro posto può verificarsi un rigetto completo dello strato corneo.

All'inizio del desquamazione della pelle al centro di macchie roseo ci sono sintomi di Zhiber che deprimono il rosa. L'eruzione cutanea è accompagnata da prurito e aggravata dal contatto ripetuto con l'agente provocante.

Toxicoderma papulare

Questa forma di tossicoderma è caratterizzata da una lesione diffusa della pelle. La malattia si manifesta con la comparsa di papule poligonali piatti, che per il loro aspetto assomigliano a cambiamenti della pelle in lichen planus.Un'eruzione cutanea può essere provocata dalla somministrazione a lungo termine di tali farmaci: tetracicline, PASK, chinino, streptomicina, hingamin, droghe di mercurio, iodio, ecc.

Toxicoderma vescicolare

Questa forma di tossicoderma è caratterizzata dall'apparizione di un'eruzione cutanea comune sotto forma di grandi vescicole, che sono frangiate con una corolla iperemica stretta. Gli stessi elementi dei cambiamenti della pelle possono essere localizzati sui palmi e sulle piante dei piedi.


Toxicoderma pustoloso

Questa forma di tossicodermia è solitamente causata dall'assunzione di medicinali a base di alogeni (bromo, fluoro, iodio). Oltre a questi farmaci, l'infiammazione della pelle può essere provocata da barbiturici, isoniazide, preparazioni al litio, steroidi, vitamine B6 e B1.

Sotto l'influenza di droghe, si verifica l'attivazione di stafilococchi nelle ghiandole sebacee. Le sostanze contenute nei farmaci sono secrete insieme al grasso della pelle, e questo fatto causa danni più gravi proprio a quelle aree dove ci sono più ghiandole sebacee (schiena, torace, viso). L'eruzione cutanea sembra essere bromuro, ioduro, ecc.

Toxicosi bollosa

Il toxicoderma bolloso può verificarsi in due forme:

  • localizzato (fisso);
  • comune (disseminato).

Quando localizzato sul corpo del paziente appare uno o più punti. Hanno una forma arrotondata e un diametro di circa 2-3 cm. Dopo alcuni giorni, diventano bluastri e poi marroni. Nel centro di alcune di esse compaiono delle bolle.

Tipicamente, questi punti sono formati sui genitali e sulla mucosa orale, ma possono essere presenti in altre aree del corpo. Con la sconfitta della cavità orale, le bolle si aprono rapidamente ed espongono l'erosione, dando al paziente un significativo disagio durante il pasto.

I salicilati, compresa l'aspirina, possono causare tossicoderma bolloso localizzato.

La tossicoderma bollosa localizzata viene solitamente attivata assumendo antibiotici, salicilati, sulfonamidi, barbiturici, arsenico, idrato di cloralio e altri farmaci. Con ogni assunzione ripetuta di droga, i sintomi peggiorano nel luogo in cui sono già stati osservati. Allo stesso tempo, nella lesione, la pigmentazione è migliorata. Inoltre, i farmaci ripetuti causano la diffusione dell'eruzione in altre parti del corpo. Con l'abolizione delle eruzioni da farmaci scompaiono dopo 7-10 giorni, ma con ricadute richiedono più tempo.

Il comune tossicoderma bolloso nei suoi sintomi è simile alle manifestazioni di eritema multiforme essudativo e il suo aspetto non è associato ai farmaci. Le vescicole multiple appaiono sulle mucose, sul corpo, sul dorso dei piedi e sulle mani del paziente, che causano un leggero prurito. Sullo sfondo di eruzioni cutanee, il paziente ha sintomi catarrali. Come l'eritema multiforme essudativo, il comune tossicoderma bolloso viene esacerbato in primavera e in autunno.

Sindrome di Stevens-Jones

Questa sindrome è la forma più grave di eritema multiforme essudativo. Inizia a manifestarsi improvvisamente - con un aumento della temperatura fino a 40 ° C. Il più delle volte, la sindrome si osserva nelle persone di 20-40 anni (per lo più uomini) e estremamente raramente tra i bambini sotto i 3 anni.

Di norma, questa forma di malattia è scatenata dai farmaci. I primi di tali farmaci possono essere antinfiammatori non steroidei, antibiotici, sulfonamidi e regolatori del sistema nervoso centrale. Anche provocare una reazione allergica così grave può prodotti formati nel corpo con carcinomi e linfomi.In alcuni casi, la causa della sindrome non può essere scoperta.

Il paziente ha i seguenti sintomi generali:

  • la debolezza;
  • febbre;
  • aumento della temperatura;
  • dolore nei muscoli e nelle articolazioni;
  • mal di testa;
  • aumento della frequenza cardiaca.

Tali fenomeni catarrali e segni di danno al tratto digestivo possono apparire:

  • tosse;
  • mal di gola;
  • vomito;
  • diarrea.

Dopo alcune ore o un giorno dopo, nella cavità orale compaiono grandi bolle che si aprono ed espongono all'erosione. Sono ricoperti da film giallastri o grigio-bianchi con macchie di sangue coagulato. La stessa ulcerazione si osserva sul bordo rosso delle labbra. A causa di queste lesioni, il paziente mangia e beve poco.

La lesione della mucosa degli occhi procede con i sintomi della congiuntivite allergica. Le bolle possono formarsi sugli occhi, lasciando, dopo l'apertura, l'erosione sulla cornea o sulla congiuntiva. L'infezione secondaria può causare iridocicliti, blefarite e cheratite.

Il 50% dei pazienti sviluppa lesioni degli organi urogenitali. Si manifesta come cistite, uretrite, vulvite o vaginite. Dopo l'erosione si può formare una stenosi dell'uretra.

Nella sindrome di Stevens-Johnson, sulla pelle del paziente, principalmente nell'area del perineo e del tronco, si formano molte bolle di colorazione cremisi. Le loro dimensioni raggiungono i 3-5 cm e le bolle appaiono al loro centro, piene di liquido sieroso o sanguinolento. Dopo la formazione di vesciche, si formano erosioni di un rosso brillante sul corpo. Col passare del tempo, diventano incrostati.

Nuove eruzioni nella sindrome di Stevens-Johnson possono comparire entro 2-3 settimane e la loro guarigione dura circa 1,5 mesi. Durante questo periodo, il paziente può sviluppare le seguenti complicazioni:

  • sanguinamento dalla vescica;
  • processi purulenti nel campo dell'erosione dovuti a infezioni secondarie;
  • bronchiti;
  • la polmonite;
  • colite;
  • insufficienza renale acuta;
  • cecità.

È a causa di alcune di queste complicazioni che la morte si verifica in circa il 10% dei pazienti.

Sindrome di Lyell

Questa sindrome può svilupparsi assumendo sulfonamidi, aspirina, antibiotici, anti-tubercolosi, anticonvulsivanti e farmaci antinfiammatori. Più spesso, è innescato dalla contemporanea assunzione di molti di questi farmaci.

Sullo sfondo del farmaco, il paziente sale improvvisamente a 39-40 ° C e dopo poche ore, il viso, il busto, i genitali e le estremità appaiono macchie gonfie e dolenti di dimensioni diverse con un colore rosa o rosso. Alcuni di loro si fondono.

Dopo circa 12 ore, i tegumenti cominciano a squarciarsi e si formano delle vesciche su di loro, che, dopo l'apertura, lasciano l'erosione. Con un leggero effetto meccanico sulla pelle del paziente, si osserva il sintomo di Nikolsky: esfoliazione dell'epidermide.

Dopo questo, dopo un breve periodo di tempo, la pelle diventa rossa (come in II-III gradi di ustione) e dolorosa. La pelle è rugosa e un'eruzione cutanea può apparire sulle sue singole parti: piccole petecchie.

Le lesioni delle mucose colpiscono non solo gli occhi, i genitali, la cavità del naso e della bocca, ma anche gli organi interni - lo stomaco, i bronchi, la vescica, ecc. Tali difetti sanguinano e causano dolore.

La condizione generale del paziente si sta deteriorando rapidamente e ha i seguenti sintomi:

  • la sete;
  • mal di testa;
  • perdita di capelli e unghie;
  • sonnolenza;
  • perdita di orientamento;
  • diminuzione della sudorazione;
  • coaguli di sangue;
  • nessuna urina.

Danni agli organi interni portano allo sviluppo di insufficienza renale. I fuochi delle lesioni cutanee possono essere infettati.

Forme rare

Forme rare di tossicoderma includono:

  • vasculite allergica - causata dall'assunzione di antibiotici, sulfonamidi, salicilati, barbiturici e anticoagulanti;
  • ipercheratosi dei palmi delle mani e delle piante dei piedi - causata dall'esposizione all'arsenico;
  • bromoderma - causato dall'esposizione al bromo o dall'assunzione di farmaci a base di esso;
  • Iododerma - causato da iodio o assunzione di farmaci basati su di esso.

trattamento

La plasmaferesi viene utilizzata per purificare il sangue dagli allergeni.

La tattica del trattamento della tossicoderma dipende dalla forma, dalla prevalenza, dalla gravità e dalle condizioni generali del paziente. Il primo passo più importante nella terapia è l'eliminazione dell'effetto del fattore provocante. A tal fine, si raccomanda che il paziente interrompa la terapia e aderisca rigorosamente a una dieta che escluda possibili allergeni.

Per ridurre gli effetti degli agenti allergici sul corpo, al paziente vengono prescritti diuretici e lassativi, clisteri di pulizia e soluzioni per infusione endovenosa (fisiologica, emodesi, reopolyglucine, tiosolfato di sodio).Gli antistaminici sono usati per eliminare la reazione allergica: Tavegil, Pipolfen, Dimedrol, Suprastin, calcio cloruro (o lattato di calcio, gluconato di calcio), acido aminocaproico, ecc.

L'uso di enterosorbenti aiuta a eliminare l'allergene dal corpo: Smekta, Polipifan, Enterosgel, Sorbex, Carbone liquido, ecc. Per migliorare la digestione e il normale funzionamento dell'intestino, è consigliabile assegnare probiotici ed enzimi.

Nelle forme gravi di tossicoderma, i metodi di chirurgia gravitazionale del sangue sono usati per purificare il sangue dagli allergeni:

  • hemosorbtion;
  • scambio plasmatico di membrana;
  • krioferez;
  • filtrazione a cascata di plasma.

Il trattamento di pazienti in condizione seria è effettuato solo in un ospedale. Il piano di terapia farmacologica per loro è completato dai seguenti farmaci:

  • glucocorticoidi - prednisone, desametasone, idrocortisone, ecc .;
  • antibiotici - per la prevenzione dell'infezione secondaria.

Se necessario, al paziente viene prescritta un'iniezione di albumina e plasma sanguigno. I farmaci sono prescritti per supportare il lavoro dei reni, del fegato e di altri organi interni.Molti pazienti sperimentano gravi esperienze mentali e in tali casi si dimostra che lavorano con uno psicoterapeuta.

Per il trattamento locale delle lesioni della pelle vengono utilizzati:

  • farmaci anti-infiammatori;
  • polveri per la preparazione di sospensioni;
  • pomata glucocorticosteroide;
  • agenti antipruriginosi;
  • idratanti e oli (per la pelle secca).

I luoghi di ammollo sono trattati con coloranti all'anilina, disinfettanti e astringenti.

Nei primi 3-5 giorni, si consiglia al paziente di seguire la dieta lattiero-vegetale ed eliminare l'assunzione di sale (il periodo di dieta priva di sale è determinato individualmente). I prodotti che promuovono lo sviluppo di reazioni allergiche dovrebbero essere esclusi dalla dieta: fragole, uova, cioccolato, agrumi, ecc. Inoltre, il menu giornaliero non dovrebbe includere estrattivi, carni affumicate e sottaceti. Dopo 3-5 giorni nella dieta ha permesso l'introduzione di pesce e carne bolliti. Sullo sfondo della disintossicazione e della terapia di disidratazione, si raccomanda molta bevanda.

Il trattamento di toxicoderma può essere completato con procedure fisioterapeutiche:

  • agopuntura;
  • terapia magnetica;
  • elettroforesi (con difenidramina, idrocortisone e calcio cloruro);
  • electrosleep;
  • balneoterapia;
  • Esercitare la terapia.

Oltre a tutte le suddette misure nel trattamento della tossicoderma, si dovrebbe prestare attenzione anche al trattamento delle malattie associate, che creano i presupposti per un decorso più grave e l'insorgenza di reazioni infiammatorie tossiche della pelle. Questi includono patologie dell'apparato digerente, alcolismo, diabete mellito e malattie del sistema nervoso.

Quale dottore contattare?

Se vi sono segni di tossicoderma sulla pelle e sulle mucose - macchie, vesciche o vesciche - contattare immediatamente un dermatologo. Se necessario, il medico può prescrivere il parere di un immunologo, un allergologo, un gastroenterologo e altri specialisti di stretta specializzazione.

I medici dermatovenerologi della Clinica dottoressa di Mosca parlano di tossicoderma:

Guarda il video: Come pronunciare toxicoderma - Inglese americano

Lascia Il Tuo Commento