Necrolisi epidermica tossica: sintomi, trattamento

La necrolisi epidermica tossica è una forma di tossicodermia e appartiene al gruppo delle dermatosi bollose. In un certo numero di casi gravi, con un trattamento ritardato o un decorso eccessivamente acuto, questa malattia può portare a un esito fatale - nel 30-70% dei pazienti (secondo vari dati statistici).

In questo articolo, vi presenteremo i sintomi e il trattamento della necrolisi epidermica tossica. Queste informazioni aiuteranno in tempo a sospettare lo sviluppo di questa grave e pericolosa malattia e non commetterai errori prendendo una decisione tempestiva sulla ricerca di un aiuto medico.

sintomi

La necrolisi epidermica tossica inizia in modo acuto con l'insorgere di una grave debolezza e di un irragionevole aumento della temperatura a numeri elevati - 39-40 ° C. A volte il paziente ha mal di gola. Sulla pelle del viso, il tronco, le braccia, le gambe e le mucose (compresi i genitali) compaiono macchie leggermente arrossate e arrossate di varie dimensioni. Causano malattie e alcuni di loro possono fondersi l'uno con l'altro.

In media, dopo 12 ore sulla pelle, che sembra sana, c'è un'esfoliazione dell'epidermide.Sulla pelle inizialmente forma bolle di forma irregolare e diverse dimensioni - dalla nocciola al diametro di 15 cm.

Dopo aver aperto tali eruzioni sul corpo, si sono verificate erosioni rosso vivo di grandi dimensioni e frammenti dei cappucci di bolle. Un bordo gonfio e arrossato appare intorno alle ulcerazioni. Dall'erosione risultante si verifica il rilascio di essudato sero-sanguinante, che porta alla disidratazione.

Nei luoghi di attrito o spremitura sulla pelle, si manifesta il fenomeno Nikolsky, accompagnato dall'esfoliazione dell'epidermide. Sulle aree della pelle esposte in questo modo, appare immediatamente l'erosione e questo processo non è accompagnato dalla comparsa di vesciche.

Dopo un breve periodo di tempo, l'intera pelle del paziente diventa rosso vivo. Sente dolore quando viene toccato e l'aspetto della pelle è simile ai sintomi delle ustioni di II-III grado. Quando si cerca di toccare la pelle, c'è un sintomo di bucato bagnato, espresso in rughe e scivolamento.

A volte la necrolisi epidermica tossica è accompagnata dall'aspetto sul corpo di un paziente con rash petecchiale di piccole dimensioni. E nei bambini, la malattia è accompagnata dallo sviluppo di congiuntivite e infezione della pelle da Staphylococcus aureus.

Nella sindrome di Lyell, il paziente presenta dolorosi difetti emorragici sulle mucose. Tali lesioni sono osservate non solo sulle membrane mucose visibili (occhi, bocca, cavità nasale, organi genitali), ma anche sulla superficie degli organi interni - trachea, laringe, faringe, bronchi, stomaco, intestino, vescica e uretra.

La condizione generale del paziente con necrolisi epidermica tossica si deteriora rapidamente e diventa estremamente grave. Ha i seguenti sintomi e sindromi:

  • mal di testa;
  • sonnolenza;
  • perdita di orientamento;
  • disidratazione: sete, secchezza delle fauci, diminuzione della sudorazione;
  • perdita di unghie e capelli;
  • infezione secondaria della pelle colpita.

Una forte disidratazione provoca un ispessimento del sangue e un'interruzione del funzionamento di tutti gli organi interni. Questi cambiamenti complicano significativamente il lavoro del cuore, del fegato, dei polmoni e dei reni. Successivamente, portano a una mancanza di urina e allo sviluppo di insufficienza renale.

trattamento

Il trattamento dei pazienti con necrolisi epidermica tossica dovrebbe iniziare immediatamente nell'unità di terapia intensiva. Quando lo si esegue, è preferibile utilizzare tende da ardere che prevengano l'infezione secondaria dall'erosione.

L'annullamento di emergenza del farmaco che ha innescato lo sviluppo di una grave reazione allergica è importante. Se necessario, questo strumento è sostituito da un altro.

Il piano di trattamento comprende farmaci per uso sistemico ed esterno. Inoltre, al paziente vengono mostrate le procedure di chirurgia gravitazionale del sangue, finalizzate alla sua depurazione da tossine e allergeni.

Terapia sistemica

Fin dalle prime ore di permanenza in ospedale, gli ormoni glucocorticoidi vengono somministrati al paziente. Per questo possono essere utilizzati prednisolone, metilprednisolone o desametasone. Il dosaggio è determinato individualmente e diminuisce gradualmente in 5-7 giorni.

Per stabilizzare il bilancio idrico ed elettrolitico, le seguenti soluzioni vengono somministrate per via endovenosa al paziente (fino a 2 litri al giorno):

  • gemodez;
  • albumina e / o plasma sanguigno;
  • reopoligljukin;
  • la soluzione della suoneria;
  • soluzione di cloruro di calcio 10%;
  • soluzione di glucosio al 5%;
  • soluzione isotonica di cloruro di sodio.

Quando le erosioni sono infette, gli antibiotici sono prescritti al paziente per la somministrazione orale, tenendo conto della sensibilità del microrganismo patogeno a un particolare farmaco. E con lo sviluppo di ipokaliemia - inibitori della proteasi (Aprotinina) e Furosemide.

Il piano di trattamento, se necessario, include farmaci per mantenere il funzionamento del fegato e dei reni, anticoagulanti, Contrycal, Trasilol e acido epsilon-aminocaproico.

Terapia locale

Per il trattamento dell'erosione, si raccomanda l'uso di aerosol a base di glucocorticoidi: ossiciclosolo, ossitetraciclina + idrocortisone, ecc. Le lesioni vengono lambite con soluzioni acquose di coloranti all'anilina e disinfettanti (soluzione di Castellani, acido borico). Inoltre, è possibile utilizzare vari talkers, creme, unguenti e gel:

  • solkoseril;
  • unguento Betamizone + acido salicilico;
  • unguento metilprednisolone aceponato;
  • xeroform unguento.

In alcuni casi, le lesioni durante le medicazioni consegnano al paziente dolore necrotico epidermico tossico pronunciato. In questi casi, si raccomanda la nomina dell'anestesia generale.

Per la prevenzione dell'infezione secondaria alla guarigione della pelle, la biancheria da letto e l'intimo devono essere cambiati frequentemente, si dovrebbe eseguire un trattamento al quarzo regolare della stanza e utilizzare il purificatore d'aria fotocatalitico Aerolife-L.

Se gli occhi sono interessati, si raccomanda quanto segue:

  • sciacquare il tè con acido borico (1 cucchiaino da tè per 220 ml di tè);
  • collirio: una soluzione di solfato di zinco 0,25%, Sofradex, gocce con poliglucin, poliacrilammide, ecc .;
  • gocce antibatteriche (con lo sviluppo di complicanze purulente e ulcerazioni della cornea).

Per le lesioni del cavo orale vengono utilizzati:

  • risciacquo con infusi di erbe (camomilla, calendula, corteccia di quercia), permanganato di potassio, borace e acido borico;
  • Le soluzioni acquose di coloranti all'anilina o la soluzione di glicerina del borace possono essere utilizzate per trattare i fuochi.

Chirurgia del sangue gravitazionale

Metodi di pulizia del sangue di sostanze tossiche possono migliorare le condizioni del paziente e in alcuni casi prevenire lo sviluppo di gravi complicanze. I seguenti metodi di chirurgia del sangue gravitazionale possono essere utilizzati per questo:

  • hemosorbtion;
  • scambio plasmatico.

Il numero di sessioni è determinato individualmente per ciascun paziente e dipende dall'esecuzione degli esami del sangue.

Quale dottore contattare

Se sospetti una qualsiasi malattia della pelle, dovresti contattare il tuo dermatologo. Tuttavia, il decorso della sindrome di Lyell è spesso fulminante, quindi con un improvviso deterioramento della condizione, è necessario chiamare un'ambulanza.Il trattamento viene eseguito nell'unità di terapia intensiva e poi in chirurgia. Ulteriori consultazioni si svolgono con un cardiologo, gastroenterologo, nefrologo, pneumologo, oftalmologo e dentista.

La clinica specialistica "Dottore di Mosca" parla di tossicodermia:

Guarda il video: Diverticolite: Sintomi, Diagnosi e Trattamento

Lascia Il Tuo Commento