Sindrome di Melkersson-Rosenthal: sintomi, trattamento

La sindrome di Melkersson-Rosenthal non è una malattia rara ed è più comune nelle donne. Può svilupparsi in persone di età diverse, ma rilevate principalmente in individui di 35-55 anni. Il primo sintomo nella maggior parte dei casi diventa pronunciato gonfiore del viso e delle labbra.

In questo articolo, vi presenteremo i sintomi e i metodi di diagnosi e trattamento della sindrome di Melkersson-Rosenthal. Queste informazioni aiuteranno a consultare un medico in tempo e ad evitare lo sviluppo di pesanti cambiamenti nell'aspetto, portando sofferenza morale.

Corso della malattia

In futuro, il decorso della malattia diventa cronico e l'edema e la paralisi, costantemente presenti, si manifestano in periodi periodici di esacerbazione o di riduzione dei sintomi. Cambiamenti nella gravità dell'edema possono verificarsi durante il giorno.

In altri casi, all'inizio, l'edema dei tessuti cutanei del viso può scomparire completamente, peggiorare con l'aumentare della frequenza e diventare costante nel tempo. A volte l'edema si diffonde ad altre parti del viso, e quando è completamente catturato, l'aspetto del paziente inizia ad assomigliare a una maschera di leone. La causa della riacutizzazione può diventare vari fattori: la malattia trasferita (ARVI, herpes, ecc.), Sovraccarico nervoso, ipotermia, ecc.

In rari casi, la sindrome di Melkersson-Rosenthal è accompagnata solo da macrochailite. Allo stesso tempo, i pazienti non hanno solo il piegamento della lingua, ma anche i segni di paralisi del nervo facciale.

effetti

Un difetto cosmetico persistente e duraturo che si sviluppa sempre con la sindrome di Melkersson-Rosenthal porta a cambiamenti mentali. Di regola, i pazienti con questa malattia sviluppano depressione o ipocondria.

Aumentare le dimensioni delle labbra e la scarsa mobilità della lingua causano una violazione della deglutizione, della masticazione e della parola. Questi stessi sintomi della malattia portano a frequenti lesioni alle labbra e alla lingua, poiché il paziente non può controllare completamente le funzioni compromesse. Di conseguenza, le mucose sono spesso infette.


diagnostica

La diagnosi della sindrome di Melkersson-Rosenthal consiste nel determinare, nell'esaminare un paziente, una combinazione di almeno due dei suoi sintomi principali: macrofalite e paralisi del nervo facciale. Se viene rilevato solo uno di questi, il medico deve differenziare questa malattia con erisipela, angioedema, emangioma e linfangioma.

Quale dottore contattare

Se compaiono l'edema facciale, la paralisi del nervo facciale e la patologia orale, è necessario consultare gli specialisti competenti: allergologo, neurologo e dentista. Spesso un aiuto nel trattamento può avere un dermatologo competente. Se necessario, consultare uno psichiatra.

Uno specialista parla della sindrome di Melkersson-Rosenthal (lingua inglese):

Guarda il video: Sindrome di Melkersson Rosenthal

Lascia Il Tuo Commento