Sindrome da esaurimento ovarico: cause, segni, tattiche terapeutiche

A volte per varie ragioni nelle donne che non hanno raggiunto l'età della menopausa, si verifica l'estinzione prematura della funzione riproduttiva. Tipicamente, un tale problema è affrontato da giovani donne di circa 40 anni, e qualche volta prima. I ginecologi la chiamano sindrome da deplezione ovarica (SIA) o menopausa precoce. Il problema risiede non solo nella perdita prematura della funzione fertile, ma anche nel fatto che i processi caratteristici della menopausa si verificano nel corpo femminile - il riarrangiamento del background ormonale e nella maggior parte dei casi una diminuzione della fertilità. Questo processo è irreversibile, il ripristino della funzione riproduttiva naturale, purtroppo, è impossibile nella maggior parte dei casi. Tuttavia, la donna ha bisogno di una terapia mirata a ripristinare lo sfondo ormonale che è normale per la sua giovane età.

Cause di esaurimento ovarico prematuro

Studiato diversi fattori che possono contribuire al verificarsi di questa patologia. Nella maggior parte dei casi, la sindrome da deplezione ovarica si verifica nelle donne con predisposizione ereditaria. Quasi il 25% delle donne che si sono rivolte a un ginecologo con questo problema hanno parenti donne più anziane che hanno amenorrea, menarca in seguito o menopausa precoce.

Possibile causa di PIR può essere anomalia genetica congenitache è il risultato di mutazioni geniche (quando si esaminano le donne, si trova spesso il terzo cromosoma X). Se, durante la gravidanza, la madre della ragazza consumava alcol e droghe, soffriva di stress e soffriva di gravi malattie o ferite, la probabilità di PIR nella figlia aumenta significativamente.

A volte questa patologia si sviluppa come risultato di qualsiasi processo autoimmune, quando gli anticorpi compaiono nel corpo, attaccando il tessuto ovarico. Spesso questo si verifica sullo sfondo delle malattie autoimmuni di altri organi che producono ormoni.

Potrebbero esserci altre cause non correlate alle anomalie congenite:

  • avvelenamento con sostanze chimiche, tra cui droghe, intossicazione cronica;
  • esposizione alle radiazioni;
  • gravi malattie infettive (parotite, rosolia, influenza, ecc.) trasferite in forma grave con complicanze;
  • stress costante;
  • disordini metabolici (in particolare, galattosemia);
  • malnutrizione persistente, esaurimento, anoressia;
  • chirurgia ovarica (resezione per rimuovere una cisti o un tumore).

Sintomi della sindrome da esaurimento ovarico

I sintomi di solito si verificano improvvisamente sullo sfondo della normale funzione riproduttiva. La donna attira l'attenzione sul fatto che il ciclo mestruale diventa irregolare, le mestruazioni diventano scarse, e dopo un po 'smette del tutto.

Un paio di mesi dopo la cessazione delle mestruazioni, si verificano sintomi che sono inerenti alla menopausa:

L'aspetto delle maree (attacchi di febbre, sudorazione eccessiva, palpitazioni, vertigini e oscuramento negli occhi, a volte accade con eccitazione, ma il più delle volte senza una ragione).

Deterioramento dello stato psico-emotivo (irritabilità, pianto, ansia, stati depressivi, insonnia, ecc.).

Diminuzione della libidospesso a causa del fatto che una diminuzione della produzione di estrogeni porta a atrofia della mucosa della vagina e della vulva. Di conseguenza, compaiono sintomi spiacevoli, come secchezza e prurito nella vagina e nell'uretra, che porta a disagio durante il rapporto sessuale.

Uretrite frequente, colpite, vulvite e altre malattie infiammatorie del sistema urogenitale. È anche associato all'atrofia delle membrane mucose e alla ridotta produzione di sostanze con proprietà protettive.

Pelle invecchiante e tutto il corpo. Gli ormoni prodotti dalle ovaie sono coinvolti nel mantenimento del tono e dell'elasticità della pelle e degli altri tessuti del corpo. Pertanto, dopo la menopausa, il processo di invecchiamento è accelerato.

Questi sintomi spesso rompono il solito ritmo della vita e causano molti problemi diversi. Questo è il motivo per cui le donne, che sono confrontate con SIA, hanno bisogno di una terapia ormonale sostitutiva, che aiuta a eliminare quasi completamente questi sintomi spiacevoli.

diagnostica

In genere, la diagnosi di questa patologia non causa gravi difficoltà per il medico. Il sospetto ginecologo può, dopo aver raccolto l'anamnesi dal paziente. All'esame, il medico può prestare attenzione all'aridità della membrana mucosa della vagina e alla riduzione della dimensione dell'utero. Un ultrasuono misura anche una diminuzione delle dimensioni dell'utero, un assottigliamento dell'endometrio, una diminuzione delle ovaie e l'assenza di follicoli in esse.

Per chiarire la diagnosi, uno studio della concentrazione di ormoni nel sangue. Una diminuzione del livello di estrogeni e progesterone è solitamente determinata, mentre aumenta il livello degli ormoni follicolo-stimolanti (FSH) e luteinizzanti (LH) prodotti dalla ghiandola pituitaria.Inoltre, il medico può prescrivere test ormonali con vari ormoni per la diagnosi differenziale con altre patologie che hanno un quadro clinico simile (ad esempio, sindrome dell'ovaio resistente).

Il metodo più oggettivo e affidabile è la laparoscopia diagnostica con lo studio successivo del materiale istologico prelevato durante la manipolazione.

Trattamento di SIA

La terapia è finalizzata a correggere i cambiamenti ormonali che causano disturbi autonomici. A tal fine, alle donne vengono somministrati contraccettivi orali contenenti estrogeni e progesterone. I pazienti devono essere costantemente monitorati da un ginecologo, controllano periodicamente gli studi sul livello degli ormoni sessuali nel sangue. Tale terapia di supporto continua fino all'età media della menopausa (45-50 anni).

Inoltre, i pazienti sono raccomandati complessi multivitaminici, integratori alimentari contenenti fitoestrogeni (remens, menopausa, menopausa, ecc.) E sedativi (principalmente di origine vegetale). Introduzione utile alla dieta di alimenti ricchi di vitamine A, E, acidi grassi insaturi (omega-3,6,9) e fitoestrogeni naturali.

Sindrome da esaurimento ovarico e gravidanza

Poiché questa patologia si verifica spesso nelle giovani donne che pianificano di avere figli, sono preoccupate della possibilità di rimanere incinta con la sindrome da esaurimento ovarico.

Nel 5-10% dei casi, la terapia ormonale porta ancora a un ripristino spontaneo del normale ciclo mestruale e della funzione riproduttiva. Molto spesso ciò si verifica se la VIS è una conseguenza di eventuali malattie, intossicazioni o esaurimento.

Nella maggior parte dei casi, l'unico modo per rimanere incinta è la fecondazione in vitro (fecondazione in vitro). Prima della procedura viene eseguita la terapia ormonale, volta a ripristinare l'endometrio e prepararlo per l'impianto dell'embrione. Quindi viene piantato un ovulo donatore fecondato dal seme del partner. Durante la gravidanza è anche necessaria la terapia ormonale, che sostituisce il normale funzionamento delle ovaie.

Crioconservazione delle uova

In alcuni casi, il PIA si verifica nelle donne in età molto giovane (20-25 anni). In questo caso, l'ansia è spesso battuta dai genitori di ragazze giovani, per le quali il ciclo mestruale inizia tardi e richiede molto tempo, a volte non diventa mai regolare.Come risultato dell'esame, il medico può sospettare questa patologia o suggerirne l'occorrenza in futuro.

In caso di rilevamento del PIR in tenera età, la crioconservazione delle uova di una donna è, in effetti, l'unico modo per avere un bambino geneticamente indigeno in futuro. Ad oggi, sono stati sviluppati metodi per congelare e scongelare le uova, che consentono di conservarli per diversi decenni. Il processo di conservazione non danneggia la struttura degli ovociti e non influisce sulla loro funzione. I bambini nati con l'aiuto della criotecnica non differiscono da quelli concepiti naturalmente, anche il rischio di patologie congenite in essi non aumenta.

Quale dottore contattare

Con un inizio tardivo delle mestruazioni o dei primi sintomi della menopausa, è necessario consultare un ginecologo. In alcuni casi, è indicata una consultazione specialistica FIV. Inoltre, un appuntamento con un cardiologo, un neurologo, uno psicologo. La terapia sostitutiva ormonale tempestiva aiuta a ripristinare gli ormoni di una donna e migliorare il suo benessere.

Channel One, il programma "Live Healthy" con Elena Malysheva, nella sezione "About Medicine" parla della sindrome dell'ovaio esausto (da 33:47):

Guarda il video: Novità strategiche e tattiche nella leucemia linfoblastica acuta

Lascia Il Tuo Commento