Basso livello di zucchero nel sangue (ipoglicemia): sintomi, cause, trattamento

Le cause del basso livello di zucchero nel sangue (o ipoglicemia) sono numerose e questa condizione è accompagnata da una serie di sintomi sgradevoli e, in casi gravi, pericolosi. È espresso in una diminuzione critica del livello di glucosio e può essere osservato sia nei pazienti con diabete, sia in persone assolutamente sane o in altre malattie. In alcuni casi, abbassare il livello di zucchero non è pericoloso, ma con un grave grado di ipoglicemia, il paziente può sviluppare una condizione così minacciosa come il coma ipoglicemico.

L'argomento di questa pubblicazione sarà utile non solo per le persone con diabete, ma anche non affetto da questa particolare malattia. In questo articolo, ti presenteremo i sintomi, le cause e il trattamento dell'ipoglicemia. Questa informazione sarà utile per te e sarai in grado di evitare le sensazioni e le spiacevoli conseguenze che questa condizione è in grado di fornire, o sarai in grado di fornire il primo soccorso a una persona affetta da diabete.

sintomi

Nelle persone sane, i segni di abbassamento della glicemia iniziano a mostrare 3,3 mmol / l, e nei pazienti con diabete, compaiono prima, dalil loro corpo si è abituato alla costante iperglicemia. In un paziente affetto da questa malattia per un lungo periodo, i primi sintomi possono comparire con un brusco aumento dei valori di glucosio (ad esempio, da 20 a 10 mmol / l). Una categoria speciale di pazienti con diabete mellito che sono insensibili all'abbassamento dello zucchero sono i bambini. Non sempre sentono l'inizio di questo processo, e genitori o medici che sospettano l'insorgenza dell'ipoglicemia devono usare un glucometro per rilevarlo.

La gravità dei sintomi dell'abbassamento della glicemia può essere suddivisa in tre gradi: lieve, moderato e grave.

I sintomi di un facile abbassamento del livello zuccherino a 3,3 mmol / l sono:

  • vertigini e mal di testa;
  • nervosismo;
  • la debolezza;
  • tremando nel corpo;
  • aumento della sudorazione;
  • lieve nausea;
  • fame grave;
  • visione offuscata.

I sintomi di livelli zuccherini moderatamente severi a 2,2 mmol / l sono:

  • irritabilità;
  • incapacità di concentrarsi;
  • sensazione di instabilità in piedi o seduti;
  • discorso lento;
  • crampi muscolari;
  • pianto, aggressione o rabbia irragionevoli.

I sintomi di un grave abbassamento della glicemia inferiore a 1,1 mmol / l sono:

  • perdita di coscienza (coma ipoglicemico);
  • convulsioni convulsive;
  • ictus;
  • morte (in alcuni casi).

A volte un calo dei livelli di zucchero si verifica durante il sonno di una notte. Per capire che l'ipoglicemia iniziata in una persona che dorme può essere fatta secondo i seguenti segni:

  • l'apparenza di rumore insolito;
  • ansia;
  • cadere accidentalmente dal letto o cercare di uscirne;
  • camminare in un sogno;
  • aumento della sudorazione;
  • sogni da incubo.

Quando hai sofferto di un attacco notturno di ipoglicemia, una persona può sentirsi un mal di testa dopo il risveglio mattutino.


Quarta fase

  • Tremanti dappertutto e sussulti convulsi, alternati a un attacco convulso;
  • perdita della vista;
  • sviluppo di sincopi e coma.

Le fasi iniziali della sindrome ipoglicemica di solito non sono pericolose per il cervello e non lasciano conseguenze irreversibili. Con l'inizio del coma e l'assenza di assistenza tempestiva e qualificata, è possibile non solo ridurre la memoria e le capacità intellettuali, ma anche l'inizio della morte.

trattamento

Per eliminare i segni di ipoglicemia, l'aiuto dovrebbe essere fornito durante i primi 10-15 minuti.I seguenti alimenti possono eliminare un attacco entro 5-10 minuti:

  • zucchero - 1-2 cucchiaini;
  • miele - 2 cucchiaini;
  • caramello - 1-2 pezzi;
  • limonata o altra bevanda dolce - 200 ml;
  • succo di frutta - 100 ml.

Nella maggior parte dei casi, un inizio di trattamento così tempestivo contribuisce al rapido aumento dei livelli di zucchero nel sangue e impedisce lo sviluppo di manifestazioni più gravi di questa condizione. Successivamente, si consiglia al paziente di eliminare la causa dell'ipoglicemia (mangiare cibo, rifiutare una dieta debilitante o scorretta, assumere una grande dose di insulina, ecc.).

Pronto soccorso per la sindrome ipoglicemica

Con lo sviluppo della sindrome ipoglicemica, le condizioni del paziente cambiano molto rapidamente e l'assistenza deve essere fornita immediatamente (anche prima dell'arrivo della squadra di ambulanza). Consiste delle seguenti attività:

  1. Posare il paziente in posizione orizzontale e sollevare le gambe.
  2. Chiama un'ambulanza, indicando il motivo presunto per la chiamata.
  3. Togliti i tuoi vestiti timidi.
  4. Fornire aria fresca.
  5. Dai a prendere un dolce sotto forma di bere.
  6. Se un paziente ha una perdita di coscienza, è necessario girarlo di lato (per evitare l'attaccamento della lingua e l'asfissia da vomito) e dolci (sotto forma di zucchero, ecc.)p.) si trovano sulla guancia.
  7. In presenza di un tubo per siringa con Glucagone immettere 1 ml per via sottocutanea o intramuscolare.

Il personale dell'ambulanza esegue un'iniezione endovenosa di getto del 40% di soluzione di glucosio e sistema l'iniezione a goccia di soluzione di glucosio al 5%. Successivamente, il paziente viene trasportato all'unità di terapia intensiva e durante lo spostamento possono essere eseguite ulteriori iniezioni di farmaci.

Trattamento di pazienti con coma ipoglicemico

Dopo il ricovero, al paziente vengono dati due cateteri: per via endovenosa e per la rimozione dell'urina. Successivamente, vengono introdotti diuretici per prevenire l'edema cerebrale. I diuretici osmotici vengono utilizzati per la prima volta (mannitolo o mannitolo). Successivamente, vengono prescritti diuretici d'emergenza (Furosemide).

L'introduzione di insulina a breve durata d'azione viene effettuata solo sotto il controllo di indicatori di zucchero nel sangue. Questo farmaco è iniziato ad essere usato solo in presenza di tali indicatori di glucosio, come 13-17 mmol / l, perché la sua somministrazione precoce può causare lo sviluppo di un nuovo attacco di sindrome ipoglicemica e l'insorgenza del coma.

Un paziente è programmato per un esame da un neurologo di turno e da un cardiologo, che valuta gli indicatori ECG ed elettroencefalogramma.I dati di questi studi ci permettono di prevedere la possibile ricorrenza del coma e di regolare il piano di trattamento.

Dopo aver lasciato il coma, il paziente viene costantemente monitorato e l'endocrinologo corregge le tattiche del suo trattamento e della dieta, sulla base dei dati ottenuti dai risultati di studi di laboratorio e strumentali. All'ultimo stadio del trattamento, al paziente viene prescritta una terapia di reidratazione e disintossicazione, che consente di rimuovere l'acetone nel sangue e di riempire il fluido perso.

Prima della dimissione dall'ospedale, al paziente vengono prescritte consultazioni di vari specialisti a profilo stretto, che consentono di identificare tutte le possibili complicanze dei disturbi circolatori coma-cerebrali ipoglicemici, lo sviluppo di infarto miocardico o ictus, intelligenza ridotta, cambiamenti di personalità.

Quale dottore contattare?

Con la frequente comparsa di segni di diminuzione della glicemia, è necessaria la consultazione con un endocrinologo. Per l'esame del paziente, il medico prescriverà le prove di laboratorio e gli esami strumentali necessari.

Endocrinologo E. Struchkova Ye. V. parla di ipoglicemia:

Guarda il video: Iperglicemia: 7 sintomi per riconoscimento

Lascia Il Tuo Commento