Il grado di congelamento, i principi di trattamento di ciascuno di essi

Il termine "congelamento" viene utilizzato per indicare i molti tipi di danni ai tessuti che si verificano sotto l'influenza delle basse temperature per il corpo umano. Questo può danneggiare non solo la pelle, ma anche altri tessuti - ossa, nervi, vasi sanguigni. Il danno tissutale può essere lieve o totale e la gravità di queste manifestazioni di congelamento dipenderà dal suo grado.

In questo articolo vedremo i segni di quattro gradi di congelamento e i principi del loro trattamento. Questa informazione sarà utile per te e potrai prendere una decisione tempestiva sulla necessità di trattare tali lesioni con uno specialista e prevenire lo sviluppo di complicanze.

Grado di congelamento e loro sintomi

I grado

Tali lesioni fredde non sono sempre leggere e sono accompagnate dai seguenti sintomi nell'area del congelamento:

  • sensazioni di formicolio e bruciore;
  • dolore (particolarmente pronunciato con la sconfitta delle dita, genitali, ginocchia e interno coscia);
  • pallore o macchie di marmo sulla pelle.

Dopo il riscaldamento, la zona di congelamento diventa edematosa e arrossata.Quando le dita sono danneggiate, i loro movimenti diventano limitati (fino a 2 settimane). Nella fase III, la pelle inizia a staccarsi, aumenta la sensibilità ai fattori di temperatura e sui raggi X delle ossa, la loro osteoporosi è determinata dalla loro metafisi (le aree tra le estremità e la parte centrale dell'osso tubulare).

Nelle fasi IV-V, appare l'iperestesia dell'area di congelamento, manifestata in maggiore sensibilità a vari stimoli esterni.


II grado

Alla prima fase di tale danno, si notano dolori marcati nelle articolazioni dell'arto congelato. A danno delle dita la loro mobilità nelle articolazioni interfalangee è fortemente limitata.

I seguenti sintomi sono identificati nell'area interessata:

  • sbiancamento della pelle;
  • gonfiore (non sempre);
  • il ghiaccio può essere presente tra le dita o sulle superfici di flessione delle mani;
  • la pelle diventa ferma e soda;
  • quando un ago viene perforato, viene rivelato il congelamento del grasso sottocutaneo.

Dopo il riscaldamento, la pelle dei piedi o delle articolazioni del ginocchio diventa bluastra e sulle mani, sul viso o sulle orecchie - arrossata. La sua sensibilità superficiale è completamente persa e profonda - significativamente ridotta. Dopo aver premuto con un dito sull'area di congelamento, appare una macchia pallida e lunga che non sbiadisce.

Nelle prime ore di congelamento, si formano piccole bolle sulla pelle. Man mano che l'edema progredisce, si uniscono e scoppiano, rilasciando un liquido giallastro. Se, durante il primo soccorso, l'area congelata veniva massaggiata o triturata attivamente, allora lo scarico dalle bolle potrebbe essere emorragico (cioè con impurità del sangue).

Le impurità di sangue nell'essudato di vescicole possono anche essere presenti per lesioni causate da un'esposizione prolungata a temperature moderatamente basse. In tali casi, le bolle di dimensioni più piccole e non così tese.

Il movimento delle articolazioni degli arti congelati a causa di edema diventa limitato. Le unghie vengono rimosse in modo indolore e facile e la sensibilità dello strato intermedio della pelle viene drasticamente ridotta o completamente persa.

Quando si eseguono i raggi X due giorni dopo il congelamento, le protrusioni simili all'aneurisma si trovano nei vasi arteriosi inferiori. Nei raggi X delle ossa, viene rilevata l'osteoporosi, che progredisce e nella fase IV-V passa in osteolisi (distruzione delle ossa), che è stata osservata per diversi anni.

III grado

Con tale congelamento, l'area interessata è estesa e si possono osservare sintomi caratteristici di grado II e IV.In questi casi, quando si effettua una diagnosi, vengono utilizzate le seguenti definizioni di congelamento: grado II-III o grado III-IV.

Nella fase I, la vittima presenta sintomi di grado II, ma appaiono più chiaramente. All'inizio della paranecrosi, appaiono grandi bolle sulla pelle, che spesso contengono essudato emorragico. Il loro fondo è bluastro, con emorragie puntiforme e la loro sensibilità è completamente persa. Scarica abbondante dalle bolle e permea costantemente le bende.

Sull'arto congelato, le unghie vengono rimosse liberamente e la persona ferita non sente dolore. Quando si esegue la radiografia vascolare il primo giorno dopo il congelamento, gli aneurismi vengono determinati in arteriole di medie dimensioni e la rete capillare scompare completamente.

Nella fase III, l'epidermide esfolia completamente e si asciuga, il suo aspetto ricorda la sottile carta scura. Sotto di esso, un derma assottigliato (strato intermedio di pelle) è bianco.

Le funzioni delle articolazioni dell'arto congelato sono seriamente compromesse. Successivamente, si può sviluppare artrite purulenta.

Durante l'esecuzione di raggi X, vengono rilevati osteoporosi pronunciata e parziale riassorbimento delle falangi delle unghie.Successivamente, nella fase IV-V, le parti dell'osso interessate non vengono ripristinate e l'osteosclerosi si sviluppa.

IV grado

I danni causati da tale congelamento sono sempre estesi e causati da una prolungata esposizione al freddo. Nelle prime ore dopo il riscaldamento, il colore scuro del derma è determinato ai bordi della lesione, che gradualmente si diffonde al suo centro.

Il reparto di essudato (plasma sanguigno) è pronunciato nei primi due giorni e poi gradualmente eliminato. L'area del congelamento è fredda al tatto e la sensibilità in esso è completamente persa.

Dopo 3-4 giorni, l'ipotermia locale e l'anestesia si stabilizzano gradualmente e una linea di demarcazione può essere determinata nella zona interessata. La pelle si scurisce ancora di più e diventa opaca, e l'area interessata è mummificata. Sopra la linea di demarcazione, vengono determinati i sintomi del congelamento III-I.

trattamento

La tattica del trattamento del congelamento dipende in gran parte dalla loro laurea. A tutte le vittime con tali lesioni deve essere somministrato un vaccino antitetanico.

I pazienti con grado I di congelamento, terapia farmacologica, di regola, non sono nominati, perché dopo il riscaldamento nella maggior parte dei casi, la loro condizione generale è completamente stabilizzata. Tali vittime possono essere trattate in regime ambulatoriale.Le procedure fisiche sono prescritte per la riparazione dei tessuti nell'area danneggiata: irradiazione ultravioletta e UHF.

I pazienti con II grado di congelamento sono farmaci prescritti per migliorare la microcircolazione e normalizzare la circolazione del sangue:

  • farmaci antispastici;
  • vitamine;
  • ganglioplegic;
  • Trental.

La pelle nella zona della lesione viene trattata con alcol e si effettua il taglio delle bolle alla base. Le bolle di scoppio sono completamente rimosse. Sulla zona interessata viene applicata una benda asettica con alcool-clorexidina o alcool-furacilina. Con lo sviluppo di complicanze purulente, vengono condotte medicazioni con Levomekol, Dioxycol o Levosin. Quando il congelamento nell'area delle mani delle bolle non può aprirsi, perché l'epidermide in quest'area del corpo è densa. In questi casi, puoi fare a meno delle medicazioni. Il trattamento di congelamento II grado è completato da fisioterapia.

I pazienti con grado di congelamento III-IV per stabilizzare la circolazione sanguigna, oltre ai farmaci utilizzati nell'II grado, vengono eseguiti infusione endovenosa di soluzioni riscaldate a 38 ° C:

  • reopoliglyukina;
  • gemodeza;
  • Glucosio al 5%.

Inoltre, ai pazienti vengono prescritti anticoagulanti per 5-7 giorni e agenti antibatterici ad ampio spettro.

I pazienti con congelamento di III grado rimuovono le bolle e impongono medicazioni asettiche. Al verificarsi di processi di ligazione purulenta vengono eseguiti utilizzando sulfanilamide e pomate antibatteriche o soluzione di cloruro di sodio ipertonico. Dopo l'aspetto delle prime granulazioni, si eseguono medicazioni con unguento Vishnevsky. La crosta non può essere rimossa. Successivamente, ha respinto in modo indipendente. Il trattamento è completato da fisioterapia e terapia fisica.

Di regola, quando le ferite da congelamento di III grado sono piccole e guariscono bene. Per ferite estese, si raccomanda l'innesto cutaneo.

Per il trattamento del grado di congelamento IV, vengono eseguite necrotomie - interventi chirurgici finalizzati alla rimozione di aree morte. Ti permettono di fermare la cancrena bagnata e di tradurla in secca. Tali operazioni possono essere eseguite senza anestesia. Successivamente, le operazioni finali vengono eseguite su amputazione di aree morte del piede, della mano o delle dita. Se necessario, viene eseguita la pelle plasty.

In alcuni casi, dopo il congelamento del grado IV, è possibile eseguire le operazioni ricostruttive:

  • autotrapianto delle dita dei piedi sulla mano;
  • allungamento della distrazione dei segmenti degli arti;
  • falangizzazione delle dita;
  • orecchie di plastica;
  • chirurgia della punta del naso, ecc.

Tali operazioni chirurgiche possono essere eseguite in ospedali specializzati. Prima che le loro ferite dovrebbero essere completamente guarite. Gli interventi ricostruttivi complessi possono essere eseguiti non prima di 2-3 mesi dopo il congelamento.

Per eliminare gli effetti a lungo termine del congelamento (flebite, endoarterite, artrite, ulcere trofiche, ecc.), È prescritto un trattamento appropriato per la complicazione.

Frostbite sono lesioni pericolose e devono essere trattati da un medico. Dopo aver stabilito l'entità del danno, il medico sarà in grado di prescrivere un trattamento adeguato per prevenire lo sviluppo di gravi complicanze e ripristinare il più possibile la funzione della zona danneggiata del corpo.

Il primo video del canale transnistriano sul tema "Frostbite":

Guarda il video: MA CHI È DAVVERO A TRASGREDIRE LE REGOLE? Alberto Bagnai, Stefano Feltri e Sergio Cesaratto

Lascia Il Tuo Commento