Una decina di miti elminti

Le infezioni da vermi sono temute da molti di noi. Non è usuale parlarne apertamente, e molto spesso questo argomento è ingombro di miti che ci fuorviano. Prendendoli per informazioni attendibili, rischiamo di ottenere lo sviluppo dell'invasione elmintica, che richiede un trattamento a lungo termine e innocuo per il corpo. In questo articolo, ti presenteremo i 12 miti più comuni sui vermi. Questa informazione aiuterà a prevenire lo sviluppo della malattia in te o nei tuoi cari.

Mito numero 2: elmintiasi sono solo nei bambini

Questo mito è apparso a causa del fatto che le invasioni helminthic sono più comuni nei bambini. Le ragioni del loro sviluppo nell'infanzia sono molte.

I bambini scoprono il mondo attraverso il gusto e le sensazioni tattili, e tutti lo "assaggiano". È impossibile proibire loro di trascinare una scarpa o un giocattolo che cadono sul pavimento in bocca. Questo bisogno fisiologico passa solo con l'età.

L'infezione da vermi può verificarsi quando si comunica con cani e gatti domestici o di strada che i bambini amano così tanto. Dopo di ciò, il bambino spesso non si lava le mani e le uova dei vermi dalla pelliccia dell'animale cadono in bocca.

Lo sviluppo di invasioni helminthic può avvenire nella scuola materna attraverso giocattoli comuni, in stagni aperti, parchi acquatici e piscine quando si innaffia l'acqua, mentre si viaggia, mentre si beve frutta non lavata.Anche se non tutti i modi sopra descritti di diffusione delle invasioni elmintiche indicano il fatto che un bambino ha molte più probabilità di contrarre i vermi rispetto a un adulto. Tuttavia, lo sviluppo dell'invasione elmintica è possibile a qualsiasi età.

Mito numero 4: il segno più sicuro dei vermi: è il cigolio dei denti durante il sonno

I prodotti dell'attività vitale degli elminti possono avere un effetto neurotossico, accompagnato dalla comparsa di affaticamento, eccessiva irritabilità e altri segni di sovra-stimolazione del sistema nervoso, che durante il sonno può manifestarsi come uno scricchiolio dei denti. Tuttavia, l'aspetto dello stesso sintomo può essere accompagnato da molte altre malattie in cui vi è una maggiore eccitabilità del sistema nervoso.

Mito numero 5: le infezioni da elminti sono sempre accompagnate da dolore all'addome

Il dolore addominale non è il solo ed incostante segno di elmintiasi.

L'elmintiasi e i protozoi che infettano gli esseri umani possono influenzare non solo l'intestino, ma anche molti altri organi. La loro attività vitale e la morte sono sempre accompagnate dal rilascio di sostanze tossiche che provocano l'intossicazione generale del corpo.Tutti questi fattori possono causare una serie di altri sintomi: mal di testa, stanchezza, irritabilità, linfonodi ingrossati, raffreddori frequenti dovuti a ridotta immunità, dolori articolari, tosse, naso che cola, eruzioni cutanee, ecc. In alcuni casi, vermi nascondendosi sotto le sembianze di un'altra malattia (ad esempio, neurologica o allergica), ei suoi sintomi sono fuorvianti non solo il paziente, ma anche il medico.

L'aspetto del dolore nell'addome è caratteristico solo per alcuni tipi di vermi. Questo è il motivo per cui questo sintomo potrebbe essere assente se infettato da altri vermi.


Mito numero 6: è impossibile ottenere vermi da un cane o da un gatto domestico

Anche gli animali domestici possono diventare la fonte di molte infezioni da elminti. Portano le uova dei vermi sulle loro zampe o lana e possono essere infettati dalla via oro-fecale, perché si leccano la lana. Mani non lavate dopo aver parlato con un gatto o un cane, baciare un animale domestico, dormire nello stesso letto, mangiare cibo per cani o gatti - tutti questi motivi possono portare all'infezione da vermi anche quando si parla di un animale regolarmente sverminato.E in assenza di tali misure preventive, il rischio di infezione aumenta in modo significativo.

Ecco perché gli esperti raccomandano anche quando si comunica con un animale domestico per seguire una serie di raccomandazioni: lavarsi sempre le mani dopo aver parlato con il proprio animale domestico, non dormire nello stesso letto con lui, non baciare e regolarmente sverminare.

Mito numero 7: l'acqua bollita è "morta" e l'acqua grezza da un rubinetto o un pozzo è "viva"

L'acqua bollita in realtà non conserva una moltitudine di sostanze benefiche per il nostro corpo, e il bere purificato con filtri di qualità o derivati ​​da pozzi artesiani è più vantaggioso. Nell'acqua di rubinetto, che è soggetta solo alla filtrazione e alla clorazione, le uova e le cisti di elminti possono essere immagazzinate e, in assenza di un filtro di qualità, possono essere eliminate solo mediante ebollizione. Il rischio di infezione da vermi è presente anche quando si beve acqua da pozzi abbandonati o non testati.


Mito numero 8: il rischio di infezione da vermi è inferiore quando si mangia verdura e frutta dal proprio giardino o giardino

In realtà, non vi è alcuna differenza tra frutta e verdura coltivata nel proprio giardino o in una residenza estiva, e quelli che crescono in campi collettivi o agricoli.Il terreno viene solitamente irrigato con acqua proveniente da un vicino serbatoio, animali domestici e roditori possono camminare intorno ai letti, vari insetti siedono sulla frutta, il bio-fertilizzante non sempre passa un controllo di qualità - tutti questi motivi sono presenti nei campi e nei giardini o giardini privati. E tutti possono causare infezioni da vermi, il che significa che qualsiasi frutta e verdura dovrebbe essere accuratamente lavata prima del consumo, non importa dove siano cresciuti.

Mito numero 9: il cibo rapidamente sollevato dal pavimento non diventerà una fonte di vermi

La durata del cibo sul pavimento è irrilevante, dal momento che a contatto con la superficie sporca dell'uovo, vermi o agenti patogeni appaiono immediatamente su di esso. La loro rimozione può solo aiutare a ri-lavare il prodotto (se possibile). E nessuno scrollarsi di dosso o soffiare, adottato tra molti, non può eliminare le uova di parassiti o batteri.

Mito numero 10: carne o pesce, non cotti fino alla fine, non è pericoloso se sono caldi

In alcuni casi, a causa della fretta, la carne o il pesce che prepariamo non viene arrostito fino alla fine, mentre in altri, questo modo di cucinare questi prodotti è dettato dalla ricetta, e il piatto è considerato delizioso.Ma anche carne o pesce più caldi, che non sono stati completamente cotti, possono diventare una fonte di pericolo di infezione da vermi o infezioni intestinali.

Mito numero 11: un'analisi negativa delle feci sulle uova dei vermi indica l'assenza di vermi

L'analisi delle feci per i vermi può rivelare solo la presenza di 2-3 specie di parassiti. In molti casi, l'affidabilità di tale studio è bassa a causa di una violazione della tecnica diagnostica. Le feci devono essere esaminate al microscopio solo sotto forma di calore e, in assenza di questa condizione, le uova potrebbero non essere rilevate.

Inoltre, sono note circa 150 varietà di elminti e 15-20 parassiti sono diffusi in tutta la Russia. I viaggi e la migrazione della popolazione espandono questo elenco di possibili infezioni da elminti tra gli abitanti del nostro paese.

Un metodo diagnostico più accurato per rilevare i vermi è determinare il titolo anticorpale nel sangue, ma anche questi test non consentono il rilevamento di tutti i tipi di parassiti. Sono effettuati solo sulla testimonianza e sono costosi.

Per identificare le infezioni da elminti, è necessario concentrarsi su una serie di segni relativi di invasioni elmintiche.Il loro elenco include segni di intossicazione generale (raffreddori frequenti, affaticamento, aumento dell'irritabilità nervosa, mal di testa, pallore), disturbi del dolore addominale, feci e digestione anormali, nausea, eruzione cutanea, reazioni allergiche ed eosinofilia nel sangue. L'aspetto di questi sintomi dovrebbe allarmare non solo il paziente, ma anche il medico. E, nonostante la loro relatività, sono sempre la ragione per condurre un sondaggio volto a identificare le infezioni da elminti.

Mito numero 12: tutti i vermi possono essere trattati con le pillole da solo

Tutti i vermi non possono essere eliminati assumendo gli stessi farmaci, perché non sono solo di tipi diversi, ma si riproducono anche in modi diversi e si parassitano in diversi organi. Gli stessi farmaci possono essere usati per distruggere alcuni tipi di elminti, ma la durata della loro somministrazione o dosaggio del farmaco sarà diversa.

Ecco perché l'auto-trattamento per le invasioni helminthic è inaccettabile. Solo un medico che si concentra sui risultati dei test eseguiti può raccogliere un farmaco antielmintico e fare il regime corretto del suo ricevimento.

È facile infettarsi con i vermi, ma in seguito all'igiene personale, la preparazione del cibo e il mantenimento degli animali domestici possono ridurre al minimo il rischio di insorgenza di una malattia come l'infestazione da vermi. I miti elminti sfatati in questo articolo ti aiuteranno a non commettere errori e potrai proteggere te stesso e i tuoi cari dai parassiti.

Quale dottore contattare

Il trattamento delle invasioni da elminti è eseguito da un parassitologo o specialista di malattie infettive. Tuttavia, i medici di altre specialità possono anche sospettare la malattia: allergologo, gastroenterologo, neurologo e altri. Se lo specialista del profilo raccomanda che il paziente venga esaminato per le infezioni da elminti, non si deve interrompere l'operazione, ma ascoltarlo.

Specialista della clinica "Dottore di Mosca" parla di infezioni da elminti:

Guarda il video: I 10 Comuni Sintomi Dei Parassati Intestinali e Vieni Eliminarli Naturalmente

Lascia Il Tuo Commento