Frattura della clavicola con e senza spostamento: sintomi e trattamento

Le fratture della clavicola sono tra le dieci lesioni più frequenti e, secondo le statistiche, costituiscono circa il 15% di tutte le fratture. Possono essere osservati in persone di qualsiasi età, ma più spesso si verificano nei giovani, negli adolescenti e nei bambini. L'alta frequenza di tali fratture è spiegata dalle peculiarità della struttura e della posizione della clavicola. È un osso sottile e per questo la probabilità di romperlo aumenta in modo significativo. Inoltre, la clavicola ha una fissazione rigida tra il braccio e il corpo e tutti i tremori o colpi dell'arto vengono sempre trasferiti su di esso senza alcuna attenuazione. Per determinare l'aspetto di una frattura della clavicola può essere in molti modi. In questo articolo, vi presenteremo i tipi, i sintomi, le possibili conseguenze e i metodi di trattamento di tali lesioni.

sintomi

La gravità dei segni di frattura dipende dal suo tipo. Più difficile da trasportare fratture con dislocamento. Con tali lesioni, il processo di trattamento diventa più complicato e aumenta il rischio di varie complicazioni.

Fratture con un offset

I sintomi alla frattura con i frammenti spostati della clavicola sono più pronunciati, ed è molto più facile determinare il verificarsi di tali lesioni.

Dopo l'infortunio, una persona appare un dolore intenso e progressivo nell'area della spalla. La vittima non può muovere il braccio ed è costretta a tenerlo per l'avambraccio o il gomito, strettamente premuto sul corpo. In questo caso, i movimenti che non sono tipici per un'articolazione della spalla sana possono essere riprodotti nella regione del cingolo scapolare.

Nel sito di lesione, appare edema e la pelle gonfia liscia la fossa sovraclavicolare. Visivamente, la cintura della spalla si accorcia e si sposta anteriormente. In questo caso, la testa della vittima si piega verso l'osso ferito. Il braccio della parte lesa sembra più lungo e si abbassa.

Frammenti di ossa nell'area della faglia creano il fenomeno di "tende" - sono giustapposti in un angolo, la cui parte superiore si trova nel sito della frattura. Quando si sposta la spalla infortunata, può apparire il crepitio.

A causa di sanguinamento, un ematoma appare nell'area della lesione e, con una frattura aperta, il sanguinamento è presente anche nei tessuti molli danneggiati. Quando i frammenti di un'arteria che passa sotto l'ascella vengono bloccati, il braccio diventa bluastro e pallido. Il polso nell'arteria ulnare scompare e l'arto diventa freddo.

Con una frattura complicata con spostamento, i bordi affilati dell'osso possono danneggiare la cupola della pleura, i nervi, le arterie e le vene. In caso di rottura di grandi vasi si sviluppa un sanguinamento massiccio accompagnato da sintomi caratteristici (pallore, riduzione della pressione, tachicardia, ecc.). Quando i nervi sono danneggiati, la sensibilità si perde, la mano diventa insensibile e le dita diventano inattive.

Fratture senza spostamento

Le fratture della clavicola senza dislocazione sono più comuni nei bambini. Di solito hanno una frattura incompleta e l'osso si spezza come un ramo verde. Segni di tali lesioni non sono così pronunciati e non si manifestano in tutti i sintomi caratteristici di una frattura con spostamento.

La vittima può manifestare leggero gonfiore e dolore nell'area delle lesioni. Alcuni bambini dopo una frattura della clavicola possono continuare a fare movimenti dell'arto colpito e non si sentono disagio pronunciato.

Pronto soccorso

Come per le fratture di altre ossa, in caso di violazione dell'integrità della clavicola, l'assistenza pre-medica è mirata alla rapida immobilizzazione dell'arto, che viene eseguita per prevenire possibili movimenti di frammenti ossei e per ricevere ulteriori lesioni e per eliminare il dolore che causa sofferenza alla vittima.

Il primo soccorso è quello di fare quanto segue:

  1. Dare alla vittima l'assunzione di antidolorifici (Analgin, Ketorol, Baralgin, Ibufen, Paracetamol, ecc.) O eseguire un'iniezione intramuscolare di un analgesico.
  2. Chiama la brigata di ambulanza.
  3. Se ci sono ferite aperte, trattale con un antisettico, applica una salvietta di bendaggio sterile e fissalo con del nastro adesivo.
  4. Metti un piccolo cuscino sotto l'ascella.
  5. Per piegare il braccio al gomito e con l'aiuto di un elastico per immobilizzare l'arto. Se non c'è materiale per una tale fasciatura, puoi usare una giacca, una maglietta, una maglietta o una maglietta arrotolata. Quando il braccio è immobilizzato, è necessario che la sua intera parte dal polso al gomito sia fissata con una benda. Se questa condizione non viene osservata, l'arto non sarà sufficientemente immobilizzato e i frammenti ossei potrebbero muoversi.
  6. Sopra la medicazione, applicare un raffreddore sull'area della ferita.

Quale dottore contattare

In caso di sospetto di frattura della clavicola, è necessaria una visita ortopedica. Dopo l'esame, il medico prescriverà i raggi X in due proiezioni, che permetteranno di ottenere dati dettagliati sulla condizione dei frammenti della clavicola e di identificare possibili complicazioni (rotture nei nervi, vasi, cupola pleurica).


diagnostica

Nella maggior parte dei casi, una frattura della clavicola viene rilevata già quando esaminata da una vittima. Per confermare la diagnosi e chiarire la natura della frattura (la presenza di spostamento, danni alla cupola della pleura, vasi sanguigni e nervi) si esegue sempre la radiografia. Le immagini sono prese in due proiezioni: dritto e laterale.

trattamento

L'obiettivo principale del trattamento per le fratture della clavicola è quello di fissare l'osso rotto nella posizione corretta e immobilizzare il cingolo scapolare fino a quando i frammenti non sono sufficientemente fusi. In assenza di spostamenti, la frattura può essere eliminata mediante una corretta immobilizzazione del cingolo scapolare, e in presenza di spostamenti, la riposizionamento dei frammenti viene riposizionato e solo dopo che l'arto viene fissato in una posizione stazionaria. La riposizionamento dei frammenti ossei può essere eseguita:

  1. Modo chiuso La procedura per riportare le estremità dell'osso alla posizione fisiologica viene eseguita utilizzando metodi non invasivi in ​​anestesia locale. Dopo la sua esecuzione, la cintura della spalla viene momentaneamente immobilizzata e viene acquisita un'immagine di controllo. Con il corretto confronto delle estremità della clavicola, immobilizzano permanentemente il cingolo scapolare con l'intonaco.
  2. In modo apertoL'accesso ai frammenti spostati viene effettuato eseguendo un'operazione chirurgica. Per il loro confronto, vengono utilizzati vari dispositivi metallici, che fissano le estremità delle ossa nella posizione necessaria per l'accrescimento. Tali interventi sono chiamati osteosintesi intraossea. Con un semplice offset, viene utilizzato un pin, che viene inserito nell'osso e fissato su un altro frammento. A spostamento complesso, piastre e viti vengono utilizzate per il fissaggio. Dopo la loro installazione, il design è stretto con un filo per la fissazione più affidabile.

Trattamento chirurgico

L'esecuzione di interventi chirurgici per le fratture della clavicola è mostrata nei seguenti casi:

  • frattura aperta;
  • la probabilità di rottura della pelle con un forte frammento;
  • fratture comminute con la probabilità di danni ai nervi e ai vasi sanguigni;
  • danno ai nervi e ai vasi sanguigni;
  • disturbi nei tessuti molli;
  • accrescimento improprio di frammenti ossei, che richiedono la re-osteosintesi.

Le procedure chirurgiche per l'osteosintesi vengono eseguite in anestesia generale. A seconda del caso clinico, è possibile eseguire i seguenti tipi di operazioni:

  • osteosintesi intraossea (secondo Klyuchevsky o Spizhariomu-Kupcheru) con l'aiuto di uno spillo, un ferro da calza o un'asta;
  • Osteosintesi della placca ossea di bulloni e piastre (ricostruttiva, a forma di uncino, a forma di S o con bulloni di bloccaggio);
  • osteosintesi con dispositivo di fissazione esterno.

Durante l'intervento, viene eseguito il drenaggio. In assenza di secrezioni sospette (sangue, pus), viene rimosso in 24-48 ore e, quando si sviluppano le complicanze, viene utilizzato per il trattamento.

Dopo il completamento dell'operazione, viene eseguita prima una temporanea immobilizzazione, che viene sostituita con una permanente in 2-3 giorni. Quando si utilizza il drenaggio per trattare le complicanze, l'immobilizzazione della cintura della spalla viene eseguita dopo la sua rimozione.

Con la guarigione della ferita non complicata, le suture vengono rimosse dopo 14 giorni. 3-4 settimane dopo l'operazione, viene eseguita una foto di controllo per valutare la qualità dell'accrescimento dell'osso e al paziente è consentito eseguire movimenti parziali nell'articolazione della spalla.


Immobilizzazione della cintura della spalla

L'immobilizzazione della cintura della spalla con un calco in gesso è mostrata in quasi tutti i casi. A volte può essere applicata una benda morbida. Di norma, viene utilizzato nel trattamento di bambini con fratture sottoperiosteo o pazienti anziani.

Per realizzare l'immobilizzazione, viene applicata più spesso una benda di gesso toracobranico (sterno-brachiale). L'emergere di materiali moderni consente di sostituire il gesso con polimeri speciali. Sono più convenienti per il paziente, perché hanno una forza sufficiente, meno peso e possono urinare in acqua durante l'esecuzione di procedure igieniche.

L'immobilizzazione della cintura della spalla viene effettuata fino alla completa formazione dei frammenti della clavicola. La durata del suo utilizzo dipende dalla complessità della frattura, dalla presenza di comorbilità che ostacolano la guarigione delle ossa e dall'età del paziente. Di norma, è necessario indossare un calco in gesso per 4-8 settimane.

Trattamento farmacologico

Nel trattamento delle fratture della clavicola, i seguenti farmaci possono essere prescritti al paziente:

  • analgesici;
  • antibiotici (con suppurazione di una ferita postoperatoria o frattura aperta);
  • integratori di calcio;
  • vitamine;
  • agenti fortificanti.

Procedure fisioterapeutiche

L'uso di tecniche di fisioterapia nel trattamento delle fratture accelera il processo di recupero del paziente. Riducono il dolore, eliminano l'edema e le reazioni infiammatorie, aiutano a migliorare il trofismo nell'area colpita e hanno un effetto miostimolante.

Le seguenti procedure possono essere prescritte mentre si indossa il gesso:

  • elettroforesi con anestetici e vasodilatatori;
  • terapia magnetica a bassa frequenza;
  • radiazione EUV;
  • ricevimento di acque minerali medicinali.

Dopo la rimozione del calco in gesso, si può prescrivere quanto segue:

  • massaggio;
  • esercizi terapeutici;
  • terapia magnetica ad alta frequenza;
  • UHF;
  • Amplipuls;
  • terapia ad ultrasuoni;
  • terapia a onde d'urto a distanza;
  • bagni terapeutici (acido solfidrico, cloruro di sodio).

Periodo di recupero

Dopo una frattura della clavicola, la capacità di lavoro della vittima viene completamente ripristinata in 6-8 mesi. Questi periodi possono dipendere dall'età, dalle comorbilità, dalla presenza di complicanze e dalla complessità della frattura.

Quando si esegue l'osteosintesi, i dispositivi metallici vengono rimossi dopo 6-12 mesi. I tempi di tali operazioni possono dipendere dagli stessi fattori della riabilitazione.

Le fratture della clavicola si osservano frequentemente e sono accompagnate da dolore, un cambiamento nella forma della clavicola, gonfiore e disturbi nei movimenti delle mani. Sono rilevati all'esame di un medico e ai raggi X.Le tecniche conservative e chirurgiche possono essere utilizzate per trattare tali lesioni. In assenza di spostamento, il cingolo scapolare viene immobilizzato fino a quando l'osso non cresce insieme e, in presenza di spostamento, viene eseguita una riposizionamento aperto o chiuso per abbinare i frammenti.

I traumatologi raccontano le fratture della clavicola:

Guarda il video: Frattura del Bacino: Come si Manifesta e Come Recuperare (Veloce)

Lascia Il Tuo Commento