Le 5 principali minacce dal kit di casa

Secondo le statistiche, tra intossicazioni domestiche provocate da sostanze chimiche, i casi di intossicazione da farmaci sono il 70%. Questa cifra dovrebbe costringerci a essere cauti e consapevoli dei pericoli che portano i farmaci nell'armadietto dei medicinali a domicilio. Alcuni di loro possono minacciare non solo la nostra salute, ma anche la vita.

In questo articolo, vi faremo conoscere i cinque farmaci più pericolosi che si possono trovare in molti kit di pronto soccorso a casa. Queste informazioni aiuteranno a prendere un nuovo approccio a molti farmaci familiari e saranno utili per te e per i tuoi cari.

Minaccia numero 2: farmaci allergici, antidepressivi e farmaci antipertensivi

L'assunzione di droghe per allergie, ipertensione e antidepressivi può essere accompagnata dall'insorgenza di sonnolenza. Di per sé, tale stato non è pericoloso, ma in determinate circostanze può portare a conseguenze disastrose. Anche assumere una singola dose del farmaco in qualsiasi momento può causare sonnolenza e inibizione della reazione. Quando si guida un'auto o si controllano altri meccanismi complessi, tale stato può diventare la causa di situazioni di emergenza che portano a lesioni o morte.

Oltre a questi effetti, l'uso a lungo termine di questi farmaci può avere un effetto tossico su alcuni organi:

  • antidepressivi (Relanium, Fenozepam, ecc.) - nel cuore;
  • antipertensivi (Atenololo, Corinfar, Enap, ecc.) - sul fegato, sui vasi sanguigni e sui reni;
  • antistaminici (Zodak, Fenistil, Claritin, Pipolfen, Tavegil, ecc.) - sul fegato e sul cuore.

Minaccia numero 4: antibiotici

La presenza di antibiotici nel kit di pronto soccorso domestico ha cessato da tempo di essere una rarità. Molti sono abituati a praticare l'autotrattamento, assumendoli con comuni infezioni virali respiratorie acute o influenza. Tuttavia, questa "terapia" provoca molti effetti negativi che avrebbero potuto essere evitati.

L'accettazione anche di piccole o medie dosi di agenti antibatterici porta alla distruzione della microflora naturale dell'intestino, della vagina e della pelle. Una persona ha una candidosi, la digestione peggiora, si sviluppa ipovitaminosi e diminuisce l'immunità. Tutte queste conseguenze vengono eliminate per molto tempo - per mesi. Sullo sfondo dell'indebolimento di molti meccanismi di difesa, il percorso verso altri agenti infettivi si apre e una persona inizia a ammalarsi più spesso. Tutte queste conseguenze dell'auto-trattamento della SARS o dell'influenza potrebbero essere evitate adottando una terapia adeguata alla diagnosi e non antibiotici che non hanno alcun effetto sui virus.

Quando si assumono antibiotici a dosi più elevate si possono sviluppare complicazioni ancora più gravi:

  • danno renale tossico - funzione alterata, che porta alla comparsa di sete grave, aumento o diminuzione della quantità di urina e dolore nella regione lombare;
  • danno epatico tossico - funzionalità compromessa, che porta alla comparsa di ittero e altri sintomi di epatite;
  • danno tossico al sistema nervoso - funzione alterata, che porta a vertigini, mal di testa, danni all'apparato vestibolare, agli occhi e al nervo uditivo;
  • lesioni tossiche del sistema ematopoietico - danno al midollo osseo.

Il più sensibile agli antibiotici è il corpo dei bambini. È in loro che tutti i possibili effetti collaterali di questi farmaci e degli effetti tossici (specialmente neurotossici) sono più pronunciati.

Gli antibiotici possono essere prescritti solo da un medico che può tenere conto di tutte le indicazioni e controindicazioni, selezionare l'agente giusto e la sua dose, redigere il regime corretto e integrarlo con farmaci di supporto - antistaminici, vitamine e probiotici.

Minaccia numero 5: fitopreparati

La maggior parte delle persone ha un atteggiamento positivo verso l'uso di erbe medicinali. Sono spesso venduti senza prescrizione medica e sono usati per trattare una varietà di malattie - dalla tosse alla cistite. Tale popolarità di questi farmaci è dovuta ai loro effetti più lievi sul corpo, alla naturalezza, alla pubblicità ampia e agli effetti collaterali minimi. Tuttavia, va ricordato che il trattamento con phytopreparations ed erbe nasconde minacce nascoste, e il loro uso senza prescrizione medica può portare a gravi complicazioni.

Innanzitutto, è abbastanza difficile determinare la dose degli ingredienti attivi nelle erbe utilizzate per preparare decotti, tinture e tinture. Di conseguenza, potrebbe esserci una mancanza dell'effetto previsto o di un sovradosaggio, con gravi conseguenze.

In secondo luogo, i componenti delle erbe possono interagire con i farmaci. Le conseguenze di tali effetti possono essere un indebolimento o un rafforzamento dell'effetto terapeutico atteso o lo sviluppo di complicanze.

In terzo luogo, in alcune malattie concomitanti o durante la gravidanza e l'allattamento, l'uso di una particolare erba medicinale può essere controindicato.Ad esempio, chokeberry non deve essere usato per il trattamento di pazienti con ulcera peptica, gastrite o disturbi emorragici, erba di San Giovanni - con ipertensione, celidonia e molte altre erbe - durante la gravidanza.

Nel redigere il kit di pronto soccorso, dovresti seguire una serie di regole. Dovrebbe includere le medicine prescritte da un medico o quei farmaci da banco che ha attentamente esaminato e verificato l'assenza di tutte le possibili controindicazioni. Non dimenticare di chiedere al medico per quanto tempo è possibile applicare questo o quel farmaco. Tutti i medicinali devono essere conservati solo nel rispetto di tutte le condizioni indicate sulla confezione. E prima di prendere il farmaco, assicurarsi che la sua durata non sia scaduta.


Quale medico contattare se si verificano effetti collaterali dei farmaci

Se una persona ha segni insoliti per lui, deve contattare il suo medico, che conosce tutti i farmaci presi dal paziente. Prima di prenderti puoi fare una lista di loro. Di solito, il medico dà indicazioni su vari test. Secondo i loro risultati, quando si rivelano gravi effetti collaterali, un paziente può essere indirizzato a un epatologo, un gastroenterologo, un nefrologo, uno specialista ORL, un cardiologo, un neurologo o un ematologo.In caso di avvelenamento acuto, è necessario un aiuto urgente da parte di un tossicologo. Con lo sviluppo del trattamento del sanguinamento gastrico viene effettuato dal chirurgo.

Guarda il video: IL KIT PER LE IMPRONTE DIGITALI !!

Lascia Il Tuo Commento