Scintigrafia tiroidea: indicazioni, controindicazioni, metodi di

Uno dei metodi per esaminare gli organi interni è la scintigrafia. Questo metodo è piuttosto informativo, a volte i suoi risultati sono decisivi nella diagnosi. La scintigrafia è utilizzata attivamente nei centri medici negli Stati Uniti e in Europa, nel nostro paese, purtroppo, non tutte le istituzioni sanitarie possono acquistare costose attrezzature moderne necessarie per tali studi.

Come viene eseguita la procedura

Circa un mese prima dello studio, il medico avverte il paziente della necessità di interrompere l'assunzione di qualsiasi altro medicinale (diverso da quelli vitali) contenente iodio, comprese vitamine e integratori alimentari. La scintigrafia è possibile solo 3-4 mesi dopo ogni altro studio con sostanze radiopache (urografia, angiografia, ecc.).

Il giorno prima dell'esame, il radiofarmaco selezionato dal medico viene somministrato al paziente. 24 ore sono sufficienti per garantire che gli isotopi radioattivi dello iodio raggiungano il loro obiettivo e si accumulino nell'organo allo studio. I preparati contenenti l'isotopo radioattivo tecnezio raggiungono e si accumulano nel tessuto di un organo molto più rapidamente dello iodio, quindi la scintigrafia può essere eseguita anche il giorno del trattamento.

Il giorno successivo, la procedura diagnostica viene eseguita direttamente. Per 20-30 minuti (a volte un po 'più lunghi), il paziente si siede di fronte a una gamma camera, che viene utilizzata per eseguire la scansione della ghiandola tiroidea e trasferire l'immagine risultante su un computer.

Scintigrafia tiroidea: indicazioni e controindicazioni

Per l'esame della ghiandola tiroidea e la sua funzione, vengono utilizzati più di una dozzina di metodi. La scintigrafia è lontana dall'ultimo posto in termini di informatività, sebbene appartenga a metodi di ricerca aggiuntivi. Questa procedura viene eseguita rigorosamente secondo le indicazioni:

  • anomalia congenita della struttura o localizzazione atipica della ghiandola;
  • esame dei nodi nella tiroide (gozzo nodulare, cisti, tumori, metastasi);
  • determinazione della prevalenza di tumori e metastasi;
  • l'incapacità di diagnosticare la patologia della tiroide con altri metodi.

L'unica controindicazione alla scintigrafia con qualsiasi isotopi è la gravidanza. Durante l'allattamento, una donna può continuare l'allattamento al seno un giorno dopo lo studio. Le madri che allattano sono preferibili per eseguire la procedura con gli isotopi del tecnezio, quindi viene rapidamente eliminata dal corpo.

Se c'è una reazione allergica allo iodio, la procedura può anche essere eseguita utilizzando un isotopo di tecnezio radiofarmaceutico. Con lui, la scintigrafia con le indicazioni può essere effettuata anche per un bambino del primo anno di vita.

Guarda il video: Noduli della Tiroide

Lascia Il Tuo Commento